ULTIM'ORA

Lettura in corso:

"THE CARER" dell'ungherese JÁNOS EDELÉNYI


cinema

"THE CARER" dell'ungherese JÁNOS EDELÉNYI

In partnership con

Lo scozzese Sir Michael Gifford si è calato nei panni di un vecchio burbero attore shakespeariano afflitto da parkinsonismo. Una situazione che trasforma in inferno la sua vita famigliare. Sua figlia Sophia (Emilia Fox), decide di impiegare una nuova badante che si prenda cura di lui.

BRIAN COX, attore: “Ho un caro amico, veramente molto intimo che è un attore. E’ veramente un bravo attore, un genio. E’ fra le persone piu’ coraggiose che conosco ed è malato di Parkinson come Sir Michael eppure lui sfrutta la sua malattia nella recitazione, ne fa un tutt’uno con la sua arte. Non se ne scusa è un po’ come dire: io sono cosi’ ho questo malanno, partiamo da qui”.

La nuova badante è Dorottya (l’attrice Coco König), una giovane studentessa di teatro ungherese.

COCO KÖNIG, attrice: “ In realtà ho interpretato me stessa ma credo che anche il regista abbia voluto che io interpretassi me stessa. Ho avuto un mentore che ho guardato nello stesso modo proprio come nel film la protagonista guardava l’anziano. Alla fine, quando sono finite le riprese, mi sono resa conto che la situazione del film è stata davvero simile a quello che stavo attraversando nella mia vita in quel momento”.

The Carer, film sulla vecchiaia e la malattia, è una produzione anglo-ungherese ed è stata diretta dall’ungherese Janos Edelenyi che esce da una serie di lutti e vicende autobuiografiche che lo hano sensibilizzato al tema.

JÁNOS EDELÉNYI, regista: “Nostra intenzione era fare un film ad alto contenuto emotivo. Volevamo fare un film con un sentimento dell’umorismo e fare comunque pensare alle cose serie della vita. Girare un film sulla morte e metterlo dentro la vera vita”

Alla costruzione del film aveva collaborato il compianto scrittore e giornalista scozzese Gilbert Adair.

La nostra scelta

Prossimo Articolo

cinema

"Loving" il DIRITTO all'amore