ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Al GITEX: la robotica in stile Dubai


Sci-tech

Al GITEX: la robotica in stile Dubai

In partnership con

Robocop”:http://www.incarabia.com/this-robocop-is-going-to-patrol-dubais-streets-come-2017/ presto aiuterà la polizia a pattugliare le strade di Dubai. Robot cosi’ sono stati mostrati all’ultima fiera GITEX (Gulf Information Technology Exhibition) che si è da poco conclusa a Dubai. Il robot poliziotto è in grado di salutare e stringere le mani agli interlocutori e parla inglese, arabo e francese.

Un touchscreen sul suo petto può essere utilizzato per segnalare un crimine e pagare multe per violazioni al codice stradale. Si può anche entrare in contatto con la centrale della polizia.

Carlos VIVAS, Manager di PAL ROBOTICS: “Questo robot è stato sviluppato al 100% in Europa, a Barcellona. Siamo molto contenti che la polizia di Dubai ci abbia scelto rispetto ad altre soluzioni simili nel mondo”.

Il robot può correre a 35 km all’ora e operare sotto la guida del controllo a distanza. E ‘alto 125 centimetri e può percorrere una distanza di piu’ di 130 chilometri. Il robot può anche galleggiare visto che pesa solo 11 Kg.

Al salone c‘è anche il robot portiere che è stato realizzato interamente con stampante 3D negli Emirati. Ha le stesse funzionalità di un sorvegliante, può comunicare ad una centrale quello che accade. Potrebbe essere piazzato sugli edifici dei quartieri residenziali della città.

Ma si sono visti molti altri robot a Dubai come il robot hostess.

Fra i settori piu’ attenzionati ci sono quelli del traffico, le automobili e la guida. Cosi’ il passaggio dai videogiochi alle soluzioni di pubblica utilità è molto breve.

A criteri di sicurezza è anche ispirato questo sistema di monitoraggio in auto che analizza il volto del conducente per capire se è stanco, se gioca col telefonino, se è abbastanza concentrato. Avverte il conducente del pericolo ma anche una centrale operativa. L’allarme scatta se il conducente chiude gli occhi per piu’ di 1 secondo e mezzo. Il sistema è già attivo su 55 autobus di Dubai ed ha molto limitato i rischi di distrazione. Nel 2018 tutti i 1500 autobus della cità ne saranno equipaggiati.

L’interesse degli Emirati per la tecnologia non è evidentemnete fine a se stessa.

Aisha Butti Bin Bishr, Direttore Generale di Smart Dubai Office:
“ La tecnologia non è il nostro obiettivo finale ma il nostro strumento. L’ obiettivo finale è rendere la nostra gente più felice. Usiamo tecnologie innovative al servizio delle persone. Qui si nota una delle nostre applicazioni dove ho concentrato quasi 27 enti governativi in un’unica piattaforma. Da un solo punto è possibile accedere a più di 55 servizi. Con un unico pagamento è possibile eseguire tutte le operazioni dei servizi governativi”.

Al GITEX è stato inoltre presentato un servizio di noleggio auto all’ora, disponibile tramite applicazioni, siti web o telefonino.

Altra vedette della fiera è stata la supercar polizia di Dubai (dal costo di 160.000 euro) una McLaren 570S. Completa della piu’ recente tecnologia raggiunge i 338 chilometri all’ora grazie ai suoi 570 cavalli. Verrà utilizzata nelle principali zone turistiche di Dubai per lasciare senza fiato i visitatori.

La nostra scelta

Prossimo Articolo

Sci-tech

Un gene femminile salva dall'autismo?