ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cracovia seconda città preferita dalle start-up polacche

Kontakt.

Lettura in corso:

Cracovia seconda città preferita dalle start-up polacche

Dimensioni di testo Aa Aa

Kontakt.io è una delle 49 start-up innovative della regione della Piccola Polonia. La sua prima idea innovativa, nel 2013, è stata una tracker-card per non vedenti. Oggi è una grossa azienda: la sua “card beacon”, una scheda in grado di rintracciare persone e prodotti, è ormai usata in un centinaio di paesi.

Piccola Polonia e innovazione: i numeri

Szymon Niemczura, direttore di kontakt.io, spiega: “Quest’invenzione ci ha ispirato soluzioni che vengono utilizzate in ospedali dove non c‘è campo per i telefonini. Con questa scheda è possibile localizzare ogni medico e infermiere in tempo reale”. E aggiunge: “Questa regione è ricca di talenti. L’abbiamo sperimentato con il continuo afflusso di persone provenienti da università locali”.

Angelika è una stagista, studia informatica applicata all’università e crede che fare pratica con le nuove tecnologie sia di fondamentale importanza. “Abbiamo accesso alle tecnologie e alle attrezzature più all’avanguardia – dice -, su cui possiamo fare pratica, e grazie a questo siamo poi pronti a entrare nel mondo del lavoro e realizzare veri progetti”.

Ogni anno oltre 50 mila dei 180 mila laureati provenienti dalle 31 università della regione beneficiano delle strategie prioritarie dell’amministrazione locale.

Stanislaw Sorys, rappresentante dell’amministrazione, precisa: “Noi della regione cerchiamo di sostenerli in ogni fase, creando infrastrutture tecniche adeguate. Al termine degli studi, li dotiamo di un voucher per l’innovazione”.

Cracovia è al secondo posto in Polonia nella classifica delle città prescelte come sede dalle start-up, grazie ai vari centri d’innovazione tecnologia e al sostegno alle imprese.

La scena delle start-up polacche è in piena espansione, con una sessantina di compagnie qui nel Parco tecnologico di Cracovia nei settori dell’informatica, multimedia e video giochi. I diversi tipi di servizi forniti a queste start-up e pmi hanno prodotto un ambiente imprenditoriale ricco di creatività e innovazione.

Il Parco tecnologico di Cracovia partecipa all’evento annuale della regione, il Festival dell’Innovazione, fondato da imprese, istituti di ricerca e università. Fra workshop e opportunità di networking, il festival è una guida per le imprese che si affacciano sul mercato, dice il direttore del Parco, Wojciech Przybylski: “Il festival dell’innovazione della Piccola Polonia sostiene chi ha un’impresa o un’idea nel campo della tecnologia, nel trovare e incontrare persone che possano trasformare quest’idea in un vero e proprio business. Se vogliamo avere imprese innovative di alta qualità in Europa, abbiamo bisogno di lavorare sulla quantità di persone che ci stanno pensando e che le stanno sviluppando”.