ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Iran: protesta a Teheran contro l'Arabia Saudita per l'esclusione dall'Hajj

mondo

Iran: protesta a Teheran contro l'Arabia Saudita per l'esclusione dall'Hajj

Pubblicità

Migliaia di iraniani hanno protestato a Teheran contro l’esclusione dal pellegrinaggio alla Mecca, in Arabia Saudita, che comuncia sabato. I manifestanti hanno scandito slogan contro la famiglia Al Saud e contro Stati Uniti, Israele e Regno Uniti.

Riad aveva rotto le relazioni con Teheran in seguito all’assalto all’ambasciata saudita in Iran, a gennaio, dopo l’esecuzione di un religioso sciita in Arabia Saudita.

I due Paesi inoltre sono su fronti contrapposti nei conflitti nello Yemen e in Siria.

“Hanno raggiunto l’apice della spregiudicatezza e della slealtà”, sostiene un manifestante. “Si sono uniti con gli ebrei, sono servi degli Stati Uniti. Servono gli obiettivi degli Stati Uniti e fanno qualunque cosa giovi a Israele. Hanno pugnalato i musulmani al cuore”.

“Non abbiamo alcun problema con il popolo dell’Arabia Saudita”, afferma un altro iraniano. “Sono sunniti e nostri fratelli. Ma la famiglia Al Saud è un fantoccio del Regno Unito e degli Stati Uniti, stanno combattendo guerre per procura contro gli sciiti e contro tutti i musulmani”.

L’ayatollah Khamenei ha accusato la famiglia reale saudita di non meritare di gestire i luoghi santi, un anno dopo la morte nella calca alla Mecca di 700 pellegrini secondo Riad. Ma in base ai dati di vari Paesi, le vittime sarebbero oltre 2000, fra le quali più di 400 iraniani.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo