ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Stati Uniti: Trump divide Cleveland

mondo

Stati Uniti: Trump divide Cleveland

Pubblicità

Negli Stati Uniti parte all’insegna delle divisioni la convention repubblicana di Cleveland. Donald Trump verrà investito ufficialmente giovedì per correre alle elezioni presidenziali di autunno. Ma resta un candidato controverso. Qui infatti si sono presentati delegati che avrebbero voluto poter cambiare le regole e votare per cercare un’alternativa.

“Noi delegati veniamo azzittiti – sottolinea Marc Perez, delegato dello Stato di Washington – Non siamo ascoltati, questa convention è truccata. Non vogliono nessuna voce critica, nemmeno sulle regole per il voto”.

“Trump e i suoi sostenitori – aggiunge Jeanne Seaver, delegata della Georgia – hanno prevalso su tutti. 14 milioni di persone hanno votato per lui. Meritano di essere ascoltati. E siamo qui per garantire questo diritto”.

Ma le defezioni nel partito si sono fatte già sentire. Ci sono i grandi assenti, decine di senatori e deputati oltre alla famiglia Bush al completo.

“Ci auguriamo – sottolinea Paul Manafort, presidente della campagna pro-Trump – che la famiglia Bush torni a partecipare a questo processo politico e si unisca a noi. Li accoglieremo con piacere.
Stessa cosa per il governatore Kasich. Non è un bello quando il governatore dello stato che accoglie la convention non partecipa all’iniziativa”.

“La pessima stagione delle primarie ha lasciato il partito di Lincoln più diviso che mai. Ora, Cleveland potrebbe essere l’inizio della guarigione. Ma con al timone il candidato ribelle Trump,
molti repubblicani temono che si vada incontro a fratture ancora più serie. Da Cleveland, Stefan Grobe, euronews”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo