ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Convention repubblicana: in Ohio tutti armati, ma guai a portare pistole ad acqua

mondo

Convention repubblicana: in Ohio tutti armati, ma guai a portare pistole ad acqua

Pubblicità

Le regole ‘schizofreniche’ della convention repubblicana. In questa scheda vi proponiamo la lista degli oggetti proibiti dalla legge, ma ammessi nel perimetro di sicurezza della convention di Cleveland, in Ohio, uno Stato in cui portare un’arma carica è consentito dalla legge, ma non nel raduno del Grand Old Party.

Le autorità di Cleveland hanno proibito l’ingresso dei seguenti oggetti:

- Fucili e pistole ad acqua – droni – ombrelloni con punte di metallo – lampadine – lucchetti – sacchi a pelo – scale – Palline da tennis – sciabole

La convention repubblicana è un evento ‘a protezione speciale’, il che significa che i servizi segreti e altre agenzie federali sono impeganti a garantire la sicurezza. Altri eventi ‘a protezione speciale’ (National Special Security Event) sono le inaugurazioni presidenziali, il discorso sullo Stato dell’Unione e il Super Bowl.

La legge sulle armi in Ohio

L’evento si svolge a Cleveland, IN Ohio, uno Stato conservatore che consente una grande libertà in materia di possesso e porto d’armi

- Nessun permesso è necessario per l’acquisto di fucili, pistole e altre armi – Nessuna registrazione è richiesta per fucili, pistole e altre armi – Nessuna licenza è richiesta per il possesso di fucili, pistole e altre armi – È permesso portare armi cariche – È consentito nascondere un’arma registrata, anche in auto

Altri punti di vista

- Il presidente del sindacato di polizia di Cleveland, Stephen Loomis, ha chiesto allo Stato dell’Ohio di sospendere temporaneamente la legge che permette di portare in giro armi cariche. Una richiesta respinta dal governatore repubblicano, John Kasich, il quale sostiene di non avere il potere di farlo. Stephen Loomis ha esortato la gente a lasciare a casa le armi: “L’ultima cosa al mondo che ci serve è avere a gente in giro con degli AR-15 a tracolla”.

- Le cosiddette “Nuove Pantere Nere” hanno annunciato la loro presenza all’esterno della convention con armi cariche proprio grazie alle norme dell’Ohio. Hashim Nzinga, presidente del Black Panther spiega: “eserciteremo il diritto previsto dal secondo emendamento, perché ci sono altri gruppi che minacciano di essere lì, che minacciano di farci del male”.

- Bill Morris, 50 anni, agente di polizia e sostenitore di Trump è a favore del diritto a portare armi, ma la paura è una buona consigliera: “Penso che sarebbe poco saggio portare una pistola in questa situazione – dice – in qualità di agente di polizia sono a favore del Secondo Emendamento, ma non in una situazione come questa”.

- Steve Thacker, 57ene ed ex Marine degli Stati Uniti, si è fatto una bella passeggiata per le strade di Cleveland con un fucile d’assalto AR-15 in spalla, un assortimento di munizioni, un giubbotto antiproiettile e una pistola calibro 45 legata alla coscia. Per lui non ci sono problemi di sicurezza, ma ha invitato i repubblicani a “usare il buon senso” e a lasciare i fucili a casa.

La petizione per consentire l’ingresso delle armi alla Convention repubblicana è stata firmata da quasi 56.000 persone

Mappa della zona rossa dove è stato imposto il divieto di portare armi

Elenco completo degli oggetti proibiti

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo