ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Francia: sciopero a oltranza contro riforma Lavoro, Valls "saremo pronti per Europei"

mondo

Francia: sciopero a oltranza contro riforma Lavoro, Valls "saremo pronti per Europei"

Pubblicità

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

La Francia sarà pronta per i tifosi che arriveranno per assistere agli Europei di calcio. Parola del premier, Manuel Valls, di fronte alle manifestazioni, ormai quotidiane, contro la riforma del lavoro.

I sindacati però non sembrano d’accordo con il capo del governo: “Europei o no, noi siamo in sciopero da tre mesi e impiegheremo tutti i mezzi necessari per far fare retromarcia al governo”, dice Bernard Gargiolo rappresentante sindacale di Marsiglia.

A Parigi tutti i treni in partenza e in arrivo alla Gare de Lyon sono rimasti bloccati per diverse ore questo giovedì.

Il Primo ministro socialista critica il suo stesso partito sostenendo che nel corso degli anni 2000 non si è preparato sufficientemente per governare ed è rimasto a una visione ancorata al passato, che non è stata modernizzata.

Una dichiarazione che spacca ulteriormente la sinistra, ma trova pareri favorevoli tra gli industriali: “Penso che la riforma sia molto importante per attrarre gli investimenti, per avere più competitività, un più alto livello di competitività ed anche per convincere le aziende a investire – afferma la presidente di Eni, Emma Marcegaglia – Quello che sta succedendo non è affatto piacevole. Penso a quanto stiamo assistendo: i blocchi delle raffinerie e delle strade. È davvero triste. Spero che questo finisca e che la Francia completi le riforme strutturali, perché ne ha bisogno”.

Continua lo sciopero dei ferrovieri a cui ha aderito il 17% dei lavoratori e della metropolitana di Parigi. Torna ad astenersi dal lavoro anche parte dei dipendenti delle 19 centrali nucleari, mentre nella Loira circa 125.000 abitazioni sono rimaste senza corrente elettrica dopo l’occupazione di una centrale.

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo