ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Bruxelles vuole più Europa nei contenuti tv e on demand

Redazione di Bruxelles

Bruxelles vuole più Europa nei contenuti tv e on demand

Pubblicità

C‘è sempre più Europa nelle menti dei Commissari della Squadra Juncker. A Bruxelles sono state presentate nuove misure contro le disparità per provenienza e residenza geografica all’acquisto di prodotti e servizi on-line, ma anche nuove linee guida sui programmi tv e dei provider on-demand, dove i contenuti made in Europa dovranno rappresentare almeno la metà della programmazione delle tv e il 20% di quella dei provider on demand, tra cui compare anche Netflix.

Si tratta di una promozione indiretta dei film europei. Ecco perchè crediamo che il 20% sia un dato ragionevole. Questo significa di fatto che i prodotti non europei potranno essere fino all’80%. Ovvero film americani o asiatici” ha spiegato il Commissario Oettinger.

Nonostante le rassicurazioni del Commissario, però, c‘è chi crede che le raccomandazioni dell’esecutivo in materia di programmazione dei contenuti tv e on demand suonino eccessivamente datate in un mondo sempre più caratterizzato da uno stile di consumo e di fruizione globale.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

traduzione automatica

Prossimo Articolo

Redazione di Bruxelles