ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Australia: perquisito senatore d'opposizione, accuse a governo

Una campagna elettorale già bollente in Australia viene ora ulteriormente complicata dalle perquisizioni effettuate all’alba nel domicilio e nell’ufficio di un senatore laburista, Stephen Conroy, e il

Lettura in corso:

Australia: perquisito senatore d'opposizione, accuse a governo

Dimensioni di testo Aa Aa

Una campagna elettorale già bollente in Australia viene ora ulteriormente complicata dalle perquisizioni effettuate all’alba nel domicilio e nell’ufficio di un senatore laburista, Stephen Conroy, e il partito d’opposizione accusa ora il governo conservatore di aver esercitato pressioni sulla polizia. Accuse di abuso di potere che il premier respinge:

“Il mio compito è garantire che gli inquirenti facciamo il loro lavoro, senza pressioni o intromissioni politiche. Hanno avuto un’informazione di reato, hanno deciso di investigare, hanno deciso di emettere dei mandati e di effettuare delle perquisizioni e lo devono fare in accordo con il loro proprio giudizio e le loro conclusioni”.

Il senatore socialista, ex ministro delle comunicazioni, è sospettato di essere l’autore di una fuga di informazioni coperte da segreto. Le avrebbe divulgate per mettere in imbarazzo l’attuale premier, che nel governo conservatore era ministro delle comunicazioni prima di far saltare Tony Abbott e rimpiazzarlo alla guida del governo. Le elezioni legislative si terranno il 2 luglio.