ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Ucciso in Siria un capo di Hezbollah

mondo

Ucciso in Siria un capo di Hezbollah

Pubblicità

Ucciso in Siria il leader militare di Hezbollah. Lo annuncia lo stesso gruppo libanese, precisando che Mustafa Badreddine è morto in un’esplosione avvenuta vicino all’aeroporto di Damasco e nella quale altre persone sono state ferite.

Secondo una tv libanese, potrebbe essersi trattato di un attacco israeliano.

Badreddine, 55enne, aveva sostituito come capo militare di Hezbollah il cognato Imad Moughniyah, per il cui assassinio nel 2008 il gruppo sciita aveva accusato Israele.

Badreddine era uno dei 5 membri di Hezbollah ricercati dal Tribunale speciale dell’Onu per il Libano per l’attentato del 2005 a Beirut, in cui fu ucciso l’ex premier Rafik Hariri.

Aveva inoltre accompagnato il capo del movimento sciita libanese Hassan Nasrallah negli incontri a Damasco con il presidente Bashar Al-Assad per il coordinamento delle operazioni nel conflitto siriano.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo