ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina. Possibile scambio prigionieri con Mosca per liberare Nadia Savchenko

L’ex-pilota militare ucraina Nadia Savchenko, condannata in Russia a 22 anni di prigione per concorso in omicidio, potrebbe tornare in libertà sulla

Lettura in corso:

Ucraina. Possibile scambio prigionieri con Mosca per liberare Nadia Savchenko

Dimensioni di testo Aa Aa

L’ex-pilota militare ucraina Nadia Savchenko, condannata in Russia a 22 anni di prigione per concorso in omicidio, potrebbe tornare in libertà sulla base di uno scambio di prigionieri tra Mosca e Kiev. Lo ha annunciato il Presidente ucraino Petro Poroshenko che ieri ha avuto un colloquio telefonico sul tema con il Capo del Cremlino Vladimir Putin.

“La decisione della corte che ha condannato due soldati russi ci dà la possibilità di pensare ad uno scambio di prigionieri. Tuttavia, chiedo a tutti di evitare di fare ipotesi a tale riguardo fintanto che non ci saranno elementi concreti su cui basarci” ha detto Poroshenko.

Il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov è tuttavia tornato ad attirare l’attenzione sulle due vittime dell’operazione militare che, secondo Mosca, è stata coordinata da Savchenko, impegnata nella resistenza nell’Est dell’Ucraina.

Si tratta dei giornalisti Igor Korneliouk, deceduto all’ospedale di Lugansk, e di Anton Volochine, morto sul luogo dei bombardamenti. Nello specifico, le autorità russe accusano Savchenko di aver comunicato via radio ai volontari del battaglione Aidar le coordinate precise del luogo in cui si trovavano i due.

“Al momento tutti i nostri partner occidentali, oltre Atlantico e in Europa, non fanno altro che parlare di Nadezhda Savchenko quando si discute il tema dei diritti umani nella Federazione Russa. Ma nessuno si ricorda più dei due giornalisti russi che sono stati uccisi in Ucraina” ha detto Lavrov.

Nadia Savchenko, che ha sempre denunciato di essere stata rapita dai paramilitari russi in territorio ucraino e d’esser poi stata arrestata in Russia, ha interrotto ieri lo sciopero della fame e della sete dopo una telefonata diretta del Presidente Poroshenko. Lo scambio potrebbe avvenire con Yevgeni Yerofeyev e Alexander Aleksandrov, agenti dell’intelligence militare russa (Gru) accusati d’aver combattuto nel Donbas e condannati a Kiev a 13 e 14 anni di prigione.