ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: i primi migranti espulsi dalla Grecia arrivano a Dikili

A Dikili, sulla costa turca nella provincia di Smirne, sono arrivati 202 migranti partiti dalle isole greche di Lesbo e Chios. Sono i primi a tornare

Lettura in corso:

Turchia: i primi migranti espulsi dalla Grecia arrivano a Dikili

Dimensioni di testo Aa Aa

A Dikili, sulla costa turca nella provincia di Smirne, sono arrivati 202 migranti partiti dalle isole greche di Lesbo e Chios. Sono i primi a tornare in Turchia dopo aver raggiunto il territorio europeo, nell’ambito dell’accordo raggiunto da Bruxelles e Ankara. Un campo per la riammissioni dei rifugiati è stato allestito nel porto. Il sindaco Mustafa Tosun ha lanciato il grido di allarme: “Non siamo pronti ad accogliere, a lungo termine, tutti i rifugiati rispediti indietro dalla Grecia”.

Contraria la popolazione locale: “Non voglio rifugiati. Questa è una piccola città costiera. Come facciamo a tenerli e dove? Cosa accadrà dopo? Le persone sono preoccupate. Ieri sera, ad esempio, c‘è stata una festa qui ma tutti non facevano che parlare di questo”, dice una residente.

Si temono contraccolpi sul fronte economico e del turismo:“Questo è un piccolo paese ed è anche una zona turistica. Non è logico. Questi migranti hanno bisogno di un posto dove stare ma non qui. Forse più vicino al confine in modo che possano ritornare nei loro paesi”, dice un altro abitante di Dikili.

“Con l’arrivo della prima imbarcazione è diventato effettivo l’accordo tra l’Unione Europea e la Turchia sul rimpatrio dei migranti dalla Grecia. Risolverà il problema,soddisferà le aspettative? Lo capiremo presto, per ora i residenti non vogliono che la loro città si trasformi in un centro per la riammissioni dei rifugiati”, dice Bora Bayraktar, il nostro inviato a Dikili.