ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Docente britannico espulso dalla Turchia per un volantino pro-curdo

L'arresto mentre manifestava per altri tre accademici accusati di "propaganda terroristica". Nel mirino un invito al Capodanno curdo

Lettura in corso:

Docente britannico espulso dalla Turchia per un volantino pro-curdo

Dimensioni di testo Aa Aa

Arrestato ed espulso dalla Turchia a causa di un invito al Capodanno curdo. Nel Paese da oltre 20 anni, Chris Stephenson era stato arrestato martedì, mentre partecipava a una manifestazione in favore di tre altri accademici, accusati di “propaganda terroristica” per aver firmato, come lui, una lettera aperta contro le operazioni militari nel sud-est del Paese.

“Un invito della sezione di Istanbul del partito HDP al capodanno curdo – ha raccontato Stephenson -. Ecco quanto hanno trovato nella mia borsa. Potete immaginare il genere di accuse che mi hanno rivolto: ‘Questo è il volantino di un’organizzazione terroristica’ e così via. Io ho fatto presente che non è assolutamente vero e che non appoggio il terrorismo. Sono per la pace e continuerò a battermi per la pace”.

Da lui stesso definita come una “decisione amministrativa” avvenuta senza passare in giudizio, l’espulsione di Stephenson è intervenuta poco dopo l’affermazione di Erdogan, secondo cui chi sostiene assassini di persone innocenti è a sua volta un terrorista. L’intervento del presidente turco era avvenuto a due giorni dall’attentato terroristico, rivendicato da un gruppo curdo, che domenica aveva fatto 37 vittime ad Ankara.