ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kosovo: nona protesta con lacrimogeni in parlamento, governo comprerà body scanner

Dopo sei mesi di proteste dell’opposizione, il governo kosovaro corre ai ripari comprando un body scanner. Giovedì i deputati per la nona volta dallo

Lettura in corso:

Kosovo: nona protesta con lacrimogeni in parlamento, governo comprerà body scanner

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo sei mesi di proteste dell’opposizione, il governo kosovaro corre ai ripari comprando un body scanner. Giovedì i deputati per la nona volta dallo scorso settembre hanno usato i gas per bloccare i lavori parlamentari e anche luci laser. In sessioni precedenti si erano serviti inoltre di spray al pepe e bottiglie d’acqua.

Le bombole di lacrimogeni, che verrebbero nascoste sotto gli abiti, passano inosservate dagli scanner attuali. Per questo l’esecutivo ha deciso di acquistare un rilevatore simile a quello di cui sono dotati gli aeroporti internazionali, da circa 270.000 euro.

L’opposizione è contraria all’accordo con Belgrado, mediato dall’Unione Europea, che prevede maggiori poteri per la comunità serba in Kosovo, che si è autoproclamato Stato indipendente nel 2008, e chiede le dimissioni del governo.