ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Europa: tragitto aeroporto-centro città 8 volte più caro del volo

Quanto ci piace viaggiare, ma quanto ci costa? La rivoluzione dei voli low cost, così come le migliaia di offerte delle varie compagnie di bandiera

Lettura in corso:

Europa: tragitto aeroporto-centro città 8 volte più caro del volo

Dimensioni di testo Aa Aa

Quanto ci piace viaggiare, ma quanto ci costa?
La rivoluzione dei voli low cost, così come le migliaia di offerte delle varie compagnie di bandiera, ci hanno portato negli ultimi 15 anni a prendere più spesso l’aero. Se il volo di per sé ci può costare relativamente poco, il prezzo di servizi privati, navette e treni, che ci permettono di raggiungere l’aeroporto possono essere fino a 8 volte più cari, al chilometro, rispetto al volo.

Il servizio navetta Heatrow a Londra, per esempio è cinque volte più caro rispetto a quello offerto a Madrid.

Il trasporto da e verso gli aeroporti secondari, più lontani dalla città sono meno cari per chilometro.

Gli aeroporti più frequentati giocano sulle economie di scale? Neanche per idea, salvo qualche eccezione, restano carissimi.

Secondo la nostra inchiesta, i dieci aeroporti europei più frequentati nel 2014, propongono un servizio privato con una tariffa media di circa 15.50 euro, 0,77 centesimi al chilometro, alle città che se ne servono, e che distano in media 20 chilometri, .

Il prezzo più caro è 29.5 euro per Heatrow-Express, Madrid fa fare più o meno lo stesso tragitto in chilometri con soli 5 euro.

Calcolatrice alla mano, ci siamo resi conto che fare Londra-Amsterdam con un biglietto last minute, pagato 79 euro, ci costa circa 0,22 euro a chilometro; mentre Londra -Heatrow costa 1,87 euro e Amsterdam-aeroporto Schipol 0,97 euro.

Quindi il Londra-Amsterdam costa 79 euro, il costo di navette varie per prendere il nostro volo e per raggiungere la città ci costa in totale 46 euro, circa il 59% del costo del volo.

Alternative economiche

Le alternative economiche esistono, ma sono poco pubblicizzate. Per esempio a Lione, in Francia, città che si distingue per il prezzo piuttosto alto del servizio di collegamento all’aeroporto di Saint Exupery, che dista dalla città una ventina di chilometri, è attivo il car-sharing che permette di raggiungere l’aeroporto, progettato dall’architetto Santiago Calatrava, con 3 euro.

Nella vostra città esiste? E se foste voi a farvi promotori?

Navette e aeroporti secondari

Sette delle città prese in considerazione hanno anche un secondo aeroporto, più lontano rispetto al centro urbano e normalmente usato dalle compagnie low cost.
Secondo voi, il tragitto dalla città all’aeroporto è più caro o no, rispetto a quello per i principali aeroporti?

Se confrontiamo il costo del tragitto Girona- Barcellona (a Girona troviamo uno dei priciplai aeroporti della Catalugna) questo è di 16 euro contro i 5,90 euro del Barcellona El Prat. Effettivamente, il costo sembra più alto.

Se però facciamo il calcolo in base ai chilometri, l’esito è ben diverso: il tragitto Girona-Barcellona costa 0,17 centesimo al chilometro contro gli 0,40 centesimi previsti per raggiungere l’aerodromo principale.

Anche l’aeroporto secondario di Londra, Gatwick, e il suo servizio express è in cima al podio con i suoi 25 euro, contro una media di 19 euro.

Viva la Germania

La Germania è la prima della classe: ha democratizzato voli e servizi connessi: i tedeschi sono i viaggiatori che pagano i prezzi meno alti per raggiungere i propri aeroporti.
Gli aeroporti teutonici propongono un servizio di trasporto privato solo se veramente concorrenziale rispetto al servizio pubblico, il treno regionale che arriva a Francoforte-Reno/Mein costa 3,55 e non esiste un servizio privato, esistendo dovrebbe proporre una tariffa concorrenziale.

Pagare più caro per guadagnare tempo

Se pago di più arrivo prima?
Non necessariamente. È vero nel caso di Heatrow, dove recuperiamo una decina di minuti prendendo l’Heathrow Express.
Attenzione, però, il tempo guadagnato ci costerà 2,40 euro al minuto.

Più viaggiatori ci sono, più paghi?

Questa sembra la tendenza in Europa, il costo dei servizi privati proposti dagli aeroporti aumenta in proporzione alla frequentazione dell’aeroporto stesso.
Negli aeroporti dove transitano meno di un milione di passeggeri il costo è di 0,27 €/km; c‘è però sempre Heathrow che con i suoi 73 milioni di persone all’anno ci fa sborsare 2 € /km.