ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Musica Barocca a Malta

Lettura in corso:

Musica Barocca a Malta

Dimensioni di testo Aa Aa

http://www.mahanesfahani.com/ https://en.wikipedia.org/wiki/Harpsichord http://laritirata.com/fr/ https://en.wikipedia.org/wiki/Theorbo Al Festival

http://www.mahanesfahani.com/
https://en.wikipedia.org/wiki/Harpsichord
http://laritirata.com/fr/
https://en.wikipedia.org/wiki/Theorbo

Al Festival di Musica Barocca di Malta sono apparsi molti strumenti abbastanza rari, strumenti che secoli fa erano all’apogeo e adesso sono meno conosciuti.

Il clavicembalista iraniano Mahan Esfahani, naturalizzato negli Stati Uniti, ha eseguito le “Variazioni Goldberg” di Bach presso la Biblioteca Nazionale de La Valletta. Da ragazzo aveva studiato pianoforte per poi dedicarsi al clavicembalo strumento che pure dal XIX secolo è stato soppiantato dal pianoforte.

Esfahani ammette che comunque c‘è molta musica moderna scritta per il clavicembalo, un intero repertorio di musica moderna. Una musica comunque molto diversa da quella che scriveva J.S. Bach.

Nikolai Vuković è invece un accordatore di clavicembali e pianoforte che durante il Festival Barocco è stato molto occupato.

Le “Variazioni Goldberg” del 1741 sono fra gli esempi migliori di variazioni. Sebbene Mahan Esfahani sia fra i maggiori clavicembalisti del mondo suonare Bach resta sempre una sfida.

Il direttore artistico dell’ensemble spagnolo « La Ritirata », che si è esibita a La Valletta, è il violoncellista Josetxu Obregón.

Josetxu Obregón, concertista: “ Il piedino metallico che troviamo nei violoncelli moderni non esisteva all’epoca. Come si può vedere in questo violoncello non c‘è il puntale con cui appoggiarlo al suolo. Il suono di questo violoncello è un po’ diverso in quanto le corde sono di budello. Questo dà un tono più delicato, morbido, forse non così forte, ma per me il “colore” del suono è più interessante”.

Daniel Zapico è invece un esperto di litui…

Daniel Zapico, consertista: “Questo strumento si chiama Tiorba, appartiene alla famiglia dei liuti. È come un grande liuto con un secondo manico su cui le corde sono più lunghe e producono suoni più bassi. Quando si suona la Tiorba usi molto il pollice perchè non possiamo fermare le corde alte, i bassi con la mano sinistra. Le dita della mano sinistra suonano le corde si fanno le scale cosi’…..”

http://laritirata.com/en/tour/