ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'impatto della caduta del petrolio su investimenti e posti di lavoro

Se rinunciando a un taglio della produzione lo scopo di molti Paesi Opec era colpire i rivali attraverso i prezzi bassi, allora missione compiuta’

Lettura in corso:

L'impatto della caduta del petrolio su investimenti e posti di lavoro

Dimensioni di testo Aa Aa

Se rinunciando a un taglio della produzione lo scopo di molti Paesi Opec era colpire i rivali attraverso i prezzi bassi, allora missione compiuta’.

Il gigante minerario BHP Billiton ha annunciato una svalutazione da 7,2 miliardi di dollari nelle sue attività di estrazione di petrolio di scisto negli Stati Uniti.

“Certo – dice Brenda Kelly di London Capital Group – guardando ai costi di produzione di alcuni dei principali Paesi produttori di petrolio, credo che, sicuramente, anche altre imprese penseranno a delle svaluazioni come a un modo per attraversare indenni questa tempesta che vediamo oggi nel mercato del petrolio”.

Col greggio a 30 dollari al barile, ecco il problema, produrre diventa quasi anti-economico.

La soluzione è tagliare le spese. E non a caso dal 2014 (quando è cominciata la tempesta) sono già stati cancellati o rinviati, dicono gli analisti di Wood Mackenzie, progetti di estrazione per 380 miliardi di dollari.

Lungi dall’essere solo un problema dei manager, ciò si è tradotto in una moria di posti di lavoro: nel 2015, secondo i consulenti di Graves & Co, hanno perso il proprio impiego oltre 250 mila le persone.