ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attacchi di Parigi, l'intelligence belga al centro delle critiche

Sotto il fuoco di fila delle critiche internazionali, il Belgio cerca di difendersi. Dal Governo federale arrivano parole a sostegno dei servizi

Lettura in corso:

Attacchi di Parigi, l'intelligence belga al centro delle critiche

Dimensioni di testo Aa Aa

Sotto il fuoco di fila delle critiche internazionali, il Belgio cerca di difendersi. Dal Governo federale arrivano parole a sostegno dei servizi segreti e delle forze dell’ordine, all’erta già da mesi. I dubbi, però, restano se è vero che l’uomo più ricercato d’Europa, Abdeslam Salah, è ancora in fuga. L’esecutivo Michel sta investendo tutta la propria credibilità nelle operazioni di questi giorni, arrivando a chiedere l’aiuto diretto della popolazione. E’ ai cittadini belgi che sono rivolti, infatti, una serie di tweet lanciati dalle autorità, nel tentativo che chi è a conoscenza di informazioni si faccia avanti.

“Il Belgio è un Paese che cerca di lottare, in modo efficace, contro il terrorismo. Lo abbiamo dimostrato nel corso di tutto l’anno, con la maxi retata la cellula jihadista di Verviers. Operazione che ha permesso di evitare altri possibili attacchi. Stiamo facendo del nostro meglio per risalire l’intera filiera terrorista e smantellarla. Che si tratti di terroristi francesi o di altre nazionalità” ha dichiarato a Euronews il Ministro degli esteri Didier Reynders.

Intanto a Bruxelles è stata allestita la cosiddetta “Commissione R”,un’agenzia governativa creata dal Governo per indagare su possibili defaillance dei servizi segreti nazionali. A capo vi è Guy Rapaille:“Si deve fare attenzione a colpevolizzare il Belgio, perchà se tre dei terroristi sono partiti da Bruxelles, cinque erano comunque francesi”.

Nella capitale, però, l’allerta è salita dal livello bianco a giallo. Il Premier Michel ha già annunciato l’aumento delle forze polizia in pattugliamento delle strade. Proseguono intanto perquisizioni in diversi quartieri, dove si continua a cercare Abdeslam Salah. Secondo le prime ricostruzioni della polizia,una volta rientrati a Brxuelles sabato mattina Salah sarebbe stato lasciato dai suoi complici nei pressi dello Stadio. Dettaglio che è bastato a cancellare la partita tra Belgio e Spagna in programma per martedì sera.