ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Disastro aereo nel Sinai, per ora niente tracce di esplosivo

Per la compagnia non può essere né guasto né errore umano. Gli esperti parlano di una rapida decompressione e altrettanto rapida caduta

Lettura in corso:

Disastro aereo nel Sinai, per ora niente tracce di esplosivo

Dimensioni di testo Aa Aa

Incidente o attentato…Per ora non si trovano tracce di esplosivo sui frammenti già analizzati dell’aereo russo precipitato in Egitto.

Dal canto suo, il vice direttore generale della compagnia proprietaria del velivolo esclude ogni difetto dell’apparecchio o errore umano:

“L’unica possibile spiegazione per una rottura in volo – dice Alexander Smirnov – è un impatto, meccanico o fisico”.

Saranno le scatole nere, ritrovate in buone condizioni, a dire perché l’Airbus ha avuto questa rottura a 9 mila metri di quota.

Il presidente russo Vladimir Putin ha promesso tutta la verità:

“Quando capitano tragedie di questo genere è importante offrire appoggio ai propri cari e sentirsi vicini a tutta la nazione. Faremo il possibile per scoprire le cause di quanto è avvenuto, per fornire un quadro chiaro e oggettivo del disastro”.

Secondo gli esperti, è possibile che si sia verificata una rapida decompressione e la caduta dell’aereo sarebbe stata altrettanto rapida.

Una deduzione dovuta al fatto che i corpi dei passeggeri sono stati ritrovati tutti ancora con la cintura di sicurezza allacciata.

Ci sono anche dubbi sulla tenuta della coda. L’Airbus in questione avrebbe avuto di pochi mesi fa un problema in fase di atterraggio, la carlinga avrebbe toccato terra con la coda.