ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bruxelles, smantellato il campo rifugiati nel centro della città

Alcune polemiche, qualche resistenza, molta incertezza. E’ in questo clima che che giovedì mattina è stato smantellato il campo rifugiati nel Parc

Lettura in corso:

Bruxelles, smantellato il campo rifugiati nel centro della città

Dimensioni di testo Aa Aa

Alcune polemiche, qualche resistenza, molta incertezza. E’ in questo clima che che giovedì mattina è stato smantellato il campo rifugiati nel Parc Maximilien, nel pieno centro di Bruxelles. Gli ultimi 200 profughi rimasti senza un tetto saranno temporaneamente ospitati presso alcune famiglie o in centri di accoglienza statali.

“Sono felice. Ho una famiglia cui devo provvedere. Ho dei bambini, e abbiamo bisogno di vivere in una casa vera. Sta arrivando la stagione fredda e le condizioni di vita stavano peggiorando nel Parco, ultimamente c’erano molte aggressioni, violenze e atti di sciacallaggio” racconta uno dei profughi del Parc Maximilien.

A disposizione degli oltre 500 rifugiati arrivati a Bruxelles dall’estate è ora una struttura di circa 1000 metri quadri, che però resterà aperta soltanto durante il giorno.

La Ong Medici del Mondo continuerà le consultazioni mediche anche nella nuova struttura.Così come Oxfam continuerà a garantire l’apporto di vestiti ai rifugiati e poi ci saranno anche una scuola ed altre attività per i bambini più piccoli. Inizieranno presto anche le lezioni di olandese e francese” racconta una delle organizzatrici del campo nel Parc Maximilien.

All’origine dello smantellamento la critica delle associazioni che hanno dato vita al campo di Parc Maximilien.Nella loro ottica il campo doveva servire a tamponare un’emergenza temporanea, non sostituirsi alle istituzioni, che ora vengono chiamate ad agire in modo tempestivo.