ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Due ragazzi palestinesi muoiono in scontri con le forze israeliane

La morte del bambino palestinese nell’incendio della sua casa, appiccato probabilmente da coloni ebrei, sembra avere innescato una nuova serie di

Lettura in corso:

Due ragazzi palestinesi muoiono in scontri con le forze israeliane

Dimensioni di testo Aa Aa

La morte del bambino palestinese nell’incendio della sua casa, appiccato probabilmente da coloni ebrei, sembra avere innescato una nuova serie di violenze. Un 14enne palestinese è morto per le ferite riportate ieri in scontri con le forze dell’ordine in Cisgiordania. Un altro adolescente è stato ucciso nella Striscia di Gaza.

“Il nemico israeliano – commenta un portavoce di Hamas, Mushir al-Masri – sta mostrando quanto sia colpevole, rompendo tutti gli accordi di cessate il fuoco. La resistenza deciderà come rispondere a questi crimini sionisti.”

A suscitare indignazione è soprattutto l’attacco incendiario che ha provocato la morte del bimbo di 18 mesi, il ferimento del suo fratellino e il ricovero dei genitori in gravissime condizioni. Il premier israeliano ha fatto loro visita in ospedale.

“Israele – ha detto Netanyahu – assicura il suo impegno a combattere questa malvagità, a trovare i responsabili e portarli davanti alla giustizia. Dobbiamo calmare gli animi e tornare a impegnarci nella nostra battaglia comune contro il terrorismo e l’estremismo.”

Netanyahu ha telefonato a Mahmoud Abbas. Il presidente palestinese
ha chiesto che le organizzazioni estremiste dei coloni, spesso protagoniste di azioni contro gli arabi, siano definite “gruppi terroristici” dalla comunità internazionale.