ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scrabble: vince il campionato francofono, ma non sa parlare il francese

Lettura in corso:

Scrabble: vince il campionato francofono, ma non sa parlare il francese

Scrabble: vince il campionato francofono, ma non sa parlare il francese
Dimensioni di testo Aa Aa

Non parla una sola parola di francese ma è il vincitore del Campionato mondiale di Scrabble francofono che si è svolto a Lovanio, in Belgio.

Chi è il vincitore?

L’impresa è del neozelandese Nigel Richards, uno dei giocatori più forti del mondo. Di professione analista in Malesia, per passione viaggiatore per partecipare ai tornei di Scrabble.

Per vincere quello francofono, Nigel Richards ha raccontato di aver imparato a memoria il vocabolario francese e tutte le coniugazioni. In che tempi? Nove settimane.

Ha già vinto per due volte il campionato inglese nel 2007 e nel 2011.

Le regole e i numeri del gioco

Dai due ai quattro giocatori, una scacchiera con 15 caselle per 15 e 7 lettere a disposizione del giocatore: questi i dati di Scrabble. Disponibile in 29 lingue e venduto in 121 paesi, il suo nome deriva da un verbo inglese che significa “frugare, rovistare”. Oltre 150 milioni pezzi di questo gioco da tavola sono stati venduti in tutto il mondo.

Un gioco “da depressi”

La data di nascita è il 1938, l’inventore è l’architetto americano Alfred Mosher Butts. Butts si trovava in difficoltà economiche e pensò di dare una forma alla sua grande passione per i giochi di parole.

Da Lexico a Scrabble

Nacque “Lexico”, un gioco basato sugli anagrammi. L’idea, che non ebbe un grande successo, fu poi cambiata con l’aggiunta di un tavoliere di caselle ispirato allo schema delle parole incrociate del “Times”.

Il ribattezzato “Criss-Cross Words” era pronto per essere immesso nel mercato ma lo scoppiò della guerra rimandò di fatto l’operazione. Fu solo nel 1949 che venne avviata la produzione di Scrabble, nome definitivo assegnato dalla “Production and Marketing Company” che lo lanciò sul mercato. Nel 1952 Scrabble esplose con oltre 60mila pezzi venduti.

Un successo che dura fino a oggi, con tanto di campionati nazionali e internazionali. E originali vincitori.