ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: in aumento il numero dei profughi

Lettura in corso:

Siria: in aumento il numero dei profughi

Siria: in aumento il numero dei profughi
Dimensioni di testo Aa Aa

Il numero dei profughi siriani ha superato i 4 milioni.
A lanciare l’allarme l’Alto commissariato Onu, che deve peraltro constatare che dei quasi 5 miliardi di euro necessari per far fronte all’emergenza appena il 24% è stato raccolto.
Degli oltre 4 milioni i siriani che hanno lo status di profugo, 1 milione e ottocento mila si trova in Turchia, più di un milione in Libano, circa 600 mila in Giordania.

La Turchia è diventata il principale paese d’accoglienza per i siriani in fuga.

Qualche centinaio di migliaia sono stati accolti in questo campo, nei pressi di Kilis.

Le autorità del Paese hanno in progetto la costruzione di un secondo campo in grado di ospitare altre 55 mila persone.

Un quarto dei profughi ha trovato rifugio in Libano, paese che non riesce a far fronte all’emergenza e dal 6 maggio ha sospeso la registrazione dei rifugiati in arrivo dalla Siria. Per entrare nel Paese, Beirut chiede adesso un visto, consapevole anche del fatto che oltre il 55% dei siriani vive in tuguri.

Il terzo Paese d’accoglienza è la Giordania. Secondo l’Alto Commisariato Onu i rifugiati vivono con meno di 3 euro al giorno.
Povertà che ha conseguenze perverse come l’aumento del lavoro minorile e il matrimonio di bambini.

Ci sono anche i siriani che sfuggono alle atrocità restando nel proprio Paese e una minoranza che chiede asilo in Europa.

A dicembre del 2014 Germania e Svezia avevano ricevuto il 64% delle richieste d’asilo da parte di cittadini siriani, pervenute nell’Unione europea.
Unione che recentemente si è impegnata a accogliere 60 mila rifugiati, (di cui 40 mila siriani).