ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cosa c'è dietro il black out informatico che ha colpito la borsa di New York?

Non ci sarebbe nessun attacco informatico dietro i problemi che nel pomeriggio di questo mercoledì hanno costretto la borsa di New York a sospendere

Lettura in corso:

Cosa c'è dietro il black out informatico che ha colpito la borsa di New York?

Dimensioni di testo Aa Aa

Non ci sarebbe nessun attacco informatico dietro i problemi che nel pomeriggio di questo mercoledì hanno costretto la borsa di New York a sospendere per alcune ore la seduta. Le difficoltà sono iniziate alle 17.32 ora italiana.

Problemi anche per la United Airlines che ha dovuto fermare un paio d’ore i suoi voli pomeridiani.

L’ammissione del danno è stata fatta ufficialmente dal responsabile della sicurezza interna. Un’ammissione dura da accettare visto che un problema di questo tipo ha fatto perdere oltre un punto e mezzo alla borsa, in affanno alla ripresa delle contrattazioni.

Ha detto il responsabile della Sicurezza Interna: “Ho parlato con l’amministratore delegato della United e mi è stato confermato che non c‘è stata alcuna attività delittuosa. Sappiamo meno del problema che ha colpito il Wall Street Journal. Solo che ora tutto è a posto. Sia per loro che per la United Airlines”.

Fuori uso per ore anche la pagina del quotidiano online che ha avuto non ben specificati problemi.

Uno smacco per un paese come gli Stati Uniti che hanno speso tanto nella sicurezza informatica e che hanno sempre rivendicato la stabilità della propria rete. Una situazione che ha anche costretto migliaia di viaggiatori a lunghe code agli aeroporti.