ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Allarme calura, l'Europa si prepara ad essere Africa

Una cappa di calore avvolge l’Europa occidentale, e le temperature sono destinate a salire ancora nei prossimi giorni. È l’anticiclone nord-africano

Lettura in corso:

Allarme calura, l'Europa si prepara ad essere Africa

Dimensioni di testo Aa Aa

Una cappa di calore avvolge l’Europa occidentale, e le temperature sono destinate a salire ancora nei prossimi giorni.
È l’anticiclone nord-africano che riversa sull’Europa l’aria calda del Sahara.

Si registrano, e si prevedono fino almeno a metà luglio, temperature vicine ai trenta gradi nei Paesi scandinavi, e intorno ai quaranta in Italia, Francia, Spagna, Portogallo, ma temperature eccezionalmente elevate anche nel Regno Unito, Belgio e Olanda.

A Roma e Milano la temperatura ha già superato i trenta gradi di massima, una ventina la minima, ma è soprattutto in Spagna che si registrano le temperature più elevate, con i quarantacinque gradi di queste ore a Siviglia, dove l’anticiclone si è già installato.

“Va molto male. Qui a Siviglia, con questo caldo e senza aria condizionata, non riesci a dormire. È impossibile”.

Le temperature saranno anche di sei o sette gradi superiori alla norma stagionale, se ne esiste ancora una.
L’anticiclone manterrà la cappa di calura, praticamente ferma per due settimane almeno su un’area di due milioni di km quadri.
Temperature alte, ma soprattutto quelle percepite: l’aria sarà in parte irrespirabile a causa dell’umidità.
In Francia ci si prepara da giorni, e più o meno tutti sanno bene cosa fare.

“Bisogna prepararsi un po’, idratarsi bene, uscire eventualmente più tardi la sera o fare delle attività il mattino presto, evitare le ore calde centrali”.

Il caldo colpirà anche in alta montagna: lo zero termico salirà a quattromila ottocento metri, cioè oltre la cima del Monte Bianco, la montagna più alta nell’arco alpino.