This content is not available in your region

Volvo Ocean Race: Team SCA, il volto rosa della vela

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Volvo Ocean Race: Team SCA, il volto rosa della vela

<p>Il volto rosa della Volvo Ocean Race si chiama Team <span class="caps">SCA</span>. Undici donne, unico equipaggio tutto femminile di questa edizione del giro del mondo in barca a vela, il primo degli ultimi 12 anni. Il team svedese, dopo quasi nove mesi di mare e 40mila miglia nautiche, ha chiuso al sesto posto in classifica generale. </p> <blockquote class="twitter-tweet" lang="it"><p lang="sv" dir="ltr"><span class="caps">YES</span>! Team <span class="caps">SCA</span> blev 2a i Göteborgs vindfattiga In Port-race och säkrade därmed en tredjeplats totalt i in port-racen <a href="http://t.co/3guy6rYcCm">pic.twitter.com/3guy6rYcCm</a></p>— Team <span class="caps">SCA</span> (@team_sca) <a href="https://twitter.com/team_sca/status/614772506831003648">27 Giugno 2015</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script> <p>Le difficoltà di stare in mare sono riassunte dal timoniere Carolijn Brouwer. “Non c‘è privacy sulla barca, non c‘è una doccia – ha detto -. Non c‘è un minimo di riposo. Se riesci a dorrmire sei ore per notte, è già molto. E inoltre non è mai un sonno ininterrotto, perchè ogni due ore dobbiamo verificare il nostro sistema di cronometro. La piu’ grande difficoltà nel vivere a bordo è la mancanza di riposo”.</p> <blockquote class="twitter-tweet" lang="it"><p lang="en" dir="ltr">We have the honour of having the Crown Princess Victoria of Sweden sailing the In Port Race today with <span class="caps">TEAM</span> <span class="caps">SCA</span>! <a href="http://t.co/s8KWWSRWUO">pic.twitter.com/s8KWWSRWUO</a></p>— Team <span class="caps">SCA</span> (@team_sca) <a href="https://twitter.com/team_sca/status/614744094229839872">27 Giugno 2015</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script> <p>Ma c‘è un futuro per la vela femminile nelle grandi competizioni? “Si’, c‘è un futuro per le donne nella vela – ha spiegato il timoniere Carolijn Brouwer -. Ce ne siamo accorte in questa regata, quando abbiamo gareggiato contro dei ragazzi molto competitivi. Quando ci guardavano non dicevano “ecco un team di ragazze”. Dicevano “ecco il Team <span class="caps">SCA</span>”. Perchè ci abbiamo messo tutta la nostra volontà, diventando molto competitive. C‘è stato rispetto reciproco, è cosi’ che vogliamo essere trattate”. </p> <blockquote class="twitter-tweet" lang="it"><p lang="en" dir="ltr">The Volvo Ocean Race may be over, but see how it all began for <a href="https://twitter.com/team_sca"><code>Team_SCA</a>. Watch their amazing journey. <a href="https://t.co/gPt6W8muxb">https://t.co/gPt6W8muxb</a></p>&mdash; SCA US (</code>SCA_US) <a href="https://twitter.com/SCA_US/status/613844090573033472">24 Giugno 2015</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script> <p>L’apoteosi è arrivata lo scorso 11 giugno, con la vittoria dell’ottava frazione da Lisbona a Lorient. Le veliste guidate dalla skipper britannica Sam Davies hanno colto un successo storico, diventando il terzo equipaggio formato esclusivamente da donne a vincere una regata della Volvo Ocean Race. </p> <blockquote class="twitter-tweet" lang="it"><p lang="en" dir="ltr">Celebrating a victory everybody is so happy in the dock! <a href="https://twitter.com/hashtag/weareteamsca?src=hash">#weareteamsca</a> <a href="http://t.co/r6SQqxgiV1">pic.twitter.com/r6SQqxgiV1</a></p>— Team <span class="caps">SCA</span> (@team_sca) <a href="https://twitter.com/team_sca/status/608837122418716673">11 Giugno 2015</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script> <p>“Le ragazze hanno fatto il giro del mondo evangelizzando la vela femminile, hanno promosso questo sport e credo che tutti dovremmo essergliene grati – ha detto il direttore del progetto, Richard Brisius -. Vedremo come andrà nei prossimi anni: questo progetto termina qui, ma potrebbe essercene un altro in futuro”. Per le undici protagoniste, ora, è tempo di tornare dalle famiglie e riposare. Almeno fino alla prossima avventura in alto mare.</p>