ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: premier Tsipras vuole una soluzione definitiva

Atene dice no a proposte assurde da parte dei creditori. Alexis Tsipras davanti al parlamento greco boccia il progetto presentato questa settimana

Lettura in corso:

Grecia: premier Tsipras vuole una soluzione definitiva

Dimensioni di testo Aa Aa

Atene dice no a proposte assurde da parte dei creditori. Alexis Tsipras davanti al parlamento greco boccia il progetto presentato questa settimana dal gruppo di Bruxelles e ne chiede il ritiro. Il primo ministro ha tuttavia affermato che si è più che mai vicini a un accordo, a condizione che venga presa in considerazione la proposta realistica del governo greco.

“Abbiamo bisogno di una soluzione – sottolinea il premier greco – Dopo cinque anni occorre una soluzione definitiva per la Grecia e per l’Europa che ponga fine a qualsiasi discussione sull’uscita della Grecia dall’euro. Perché una discussione così conduce solo che la profezia dell’eterna crisi si concretizzi”.

Nei giorni scorsi Atene ha deciso di rinviare il rimborso di una rata da 300 milioni e di accorparla a un versamento unico di un miliardo e seicento milioni di euro entro fine giugno. Una mossa strategica dice l’analista Vicky Pryce:
“Ciò conferisce forza negoziale ai greci, perché di fatto dicono “Noi non paghiamo fino a quando non saremo sicuri di ricevere i soldi”. Ma mette anche in evidenza la necessità di raggiungere una soluzione prima possibile”.

Le richieste dei creditori oltrepassano alcuni punti fermi del governo greco, fra i quali aumenti alle tasse, tagli alle pensioni basse e privatizzazioni.

Nonostante la dura retorica contro i creditori internazionali che è servita in parte per placare gli intransigenti del suo partito, il primo ministro Tsipras sembrava disposto a continuare i negoziati fino a quando non sia trovata una soluzione ai problemi economici della Grecia. Da Atene Stamatis Giannisis. euronews”.