ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Yemen, addio alla tregua, riprendono i raid. Critiche dell'Iran

Lettura in corso:

Yemen, addio alla tregua, riprendono i raid. Critiche dell'Iran

Dimensioni di testo Aa Aa

Riprendono i raid aerei della coalizione a guida saudita sulle postazioni ribelli nello Yemen. E puntuali arrivano le critiche dell’Iran. Nella notte tra domenica e lunedì i ribelli sciiti Houthi sono stati bersaglio dei bombardamenti su Aden, nel Sud del Paese.

Gli attacchi sono cominciati subito dopo lo scadere della tregua umanitaria di 5 giorni che la coalizione aveva accettato di rispettare. Il Ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif:

“I bersagli sono concentrati in aeree civili e malauguratamente continua ad essere così” ha detto. “Gli aiuti umanitari non riescono a raggiungere le zone nelle quali la popolazione yemenita ha davvero bisogno d’assistenza”

I bombardamenti della coalizione guidata dall’Arabia Saudita sono cominciati il 26 marzo contro l’avanzata dei ribelli sciiti Houthi, appoggiati dall’Iran. Il conflitto nel Paese si profila come uno scontro a distanza tra Teheran e Riad per l’influenza sulla penisola.

Tra i target dei raid aerei il palazzo presidenziale a Aden, una base delle forze speciali e due zone controllate dai militanti fedeli all’ex-Capo dello Stato Ali Abdallah Saleh, forze che sono alleate ai ribelli Houthi. Ora l’Arabia Saudita assicura che non prenderà di mira le zone di smistamento degli aiuti umanitari.

Secondo Medici Senza Frontiere Uk tuttavia, a finire sotto le bombe della coalizione anche l’ospedale di Aden e le ambulanze.