ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Regno Unito. Immigrazione, tema cruciale per il voto

Il nostro inviato a Londra James Franey si è recato a Bethnal Green, uno dei quartieri della capitale britannica dove si concentrano il maggior

Lettura in corso:

Regno Unito. Immigrazione, tema cruciale per il voto

Dimensioni di testo Aa Aa

Il nostro inviato a Londra James Franey si è recato a Bethnal Green, uno dei quartieri della capitale britannica dove si concentrano il maggior numero di immigrati.

“L’immigrazione è uno dei temi caldi delle elezioni nel Regno Unito” dice. “Siamo a Bethnal Green, uno dei quartieri di Londra più misti dal punto di vista etnico. Gli abitanti di ogni origine considerano la questione dell’immigrazione cruciale”.

Secondo uno dei sondaggi più recenti che riguardano in particolare quest’area della capitale, area storica di accoglienza degli immigrati, il tasso di disoccupazione non arriva al 14%. Cifre basse se comparate con quelle nostrane, soprattutto nel Sud Italia. Ma superiori alla media nazionale britannica e sufficienti oggi a far scattare una sorta di guerra tra poveri.

Ecco alcune reazioni delle persone a cui euronews ha chiesto un’opinione:

“Bisogna far arrivare la gente giusta” dice Omar, un algerino che vive a Londra da 28 anni. “Non vogliamo gente a casaccio che se ne vada in giro per il Paese, in cerca di aiuti e senza uno scopo”.

“L’immigrazione è un problema per i residenti” risponde Abdul Raheeem, che non specifica le sue origini “soprattutto per il lavoro. Un sacco di persone stanno perdendo il lavoro a causa di chi arriva dall’Europa ed è disposto a lavorare per un salario più basso”.

“Non sono un razzista” racconta Terry “credo nell’immigrazione. Non si può dire che non siano i benvenuti perchè accogliamo tutti a braccia aperte. E mandiamo gli aiuti all’estero, fondi in caso di necessità, per i terremoti, per ogni tipo di crisi, cioè, il Regno Unito aiuta”.

Secondo un sondaggio YouGov pubblicato il 15 aprile scorso, l’immigrazione è il terzo tema più importante in questa campagna elettorale, dopo il futuro del servizio sanitario e, al primo posto, l’economia.