ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nemtsov, il funerale degli assenti

Lettura in corso:

Nemtsov, il funerale degli assenti

Nemtsov, il funerale degli assenti
Dimensioni di testo Aa Aa

Non ci sarà Putin, che invierà il suo rappresentante alla Duma, ma nemmeno il premier Dmitri Medvedev, né sono ufficialmente previsti ministri ai funerali di Boris Nemtsov, questa mattina a Mosca.

Anche se il vicepremier Arkady Dvorkovich è stato fra i visitatori della camera ardente allestita al centro Sakharov.

Qualche parlamentare parteciperà a titolo personale, ma il messaggio resta chiaro: l’ultimo saluto a uno dei leader dell’opposizione, più in piazza che in Parlamento, non deve apparire un “affare di Stato”.

La lista degli assenti si allunga anche con chi vorrebbe esserci: non è stato concesso il nullaosta all’amico Alexiei Navalni, il blogger che sta scontando 15 giorni di carcere per disturbo della quiete
pubblica. Negato il visto, inoltre, a numerosi esponenti politici europei.

È partita, invece, per la natia Ucraina la modella Hanna Durytska, che era con Nemtsov al momento della morte ed è stata a lungo interrogata dalla polizia.