This content is not available in your region

Ucraina. Kerry accusa Mosca d'avere spudoratamente mentito

Access to the comments Commenti
Di Andrea Neri
Ucraina. Kerry accusa Mosca d'avere spudoratamente mentito

<p>Mentre parlare di cessate-il-fuoco in Ucraina diventa sempre più un esercizio di stile, il Segretario di Stato Americano John Kerry accusa la Russia di avere spudoratamente continuato a mentire sulla presenza di uomini nel Donbass. Intanto, di comune accordo con il Regno Unito, gli Usa spingono per nuove sanzioni contro Mosca. </p> <p>“Sulle loro attività hanno continuato a ripetere davanti a me e ad altri interlocutori e a più riprese, falsità, bugie o come le si vogliano chiamare” ha detto Kerry davanti alla commissione Esteri del Senato.</p> <p>Ora però, con i combattimenti che non si sono mai del tutto interrotti e i filo russi che hanno continuato a guadagnare terreno, il Congresso spinge ancora di più per l’invio di armi all’esercito ucraino. E il Regno Unito ha annunciato l’invio di istruttori militari per l’esercito di Kiev.</p> <p>Un comandante ribelle parla intanto del ritiro appena cominciato: “Abbiamo iniziato oggi. Il ritiro degli armamenti comincia da 4 città: Debaltseve, Horlivka, Donetsk e Telmanove” ha detto Eduard Basurin.</p> <p>Un fatto non sorprendente visto che il cuore dei combattimenti da diversi giorni si è ormai spostato alle porte di Mariupol. Secondo L’Osce è difficile valutare come procede il ritiro delle armi pesanti nel Donbass.</p> <p>“Al momento non siamo in una posizione che ci permetta di verificare la rimozione delle armi pesanti perché le informazioni essenziali non ci sono state fornite. Il cessate-il-fuoco non viene rispettato in posizioni chiave come Debaltseve, Donetsk e anche Mariupol” ha detto Michael Bociurkiw, portavoce della missione di monitoraggio dell’Osce in Ucraina.</p> <p>La Croce Rossa Internazionale intanto ha lanciato un appello per creare un corridoio umanitario nell’Est dell’Ucraina e permettere l’invio di aiuti umanitari alla popolazione civile.</p>