This content is not available in your region

Ucraina: civili in fuga dall'est

Access to the comments Commenti
Di Salvatore Falco
Ucraina: civili in fuga dall'est

<p>A Vuhlehirsk, in mano ai separatisti filorussi, gli ucraini sono in fuga dai bombardamenti. </p> <p>La città è passata sotto il controllo dei separatisti il 30 gennaio ed è stato aperto un corridoio per coloro che vogliono fuggire da quella che è diventata una trappola.</p> <p>Secondo stime delle Nazioni Unite, dall’aprile 2014 il conflitto nell’Ucraina orientale ha costretto alla fuga più di 900.000 persone.</p> <p>La grave recrudescenza dei combattimenti costringe i civili a pagare un prezzo elevato. I massacri – ribadisce Amnesty international – sono causati da entrambe le parti in conflitto.</p> <p>“Noi non sappiamo ancora dove andare – dice una donna in fuga – Da qualche parte fuori da questa gabbia di matti”.</p> <p>Migliaia di civili sono bloccati a Debaltseve che ha subito pesanti bombardamenti delle ultime due settimane. Degli originari 25.000 abitanti, ne sono rimasti 7.000.</p> <p>Le autorità ucraine dicono di aver evacuato da Debaltseve oltre 2000 persone dal 28 gennaio.</p> <p>L’unica via d’uscita dalla città è un ponte provvisorio che deve essere percorso lentamente ed espone i civili ai colpi di artiglieria.</p> <p>Al confine con la Russia, intanto, le autorità di Kiev hanno annunciato che chi vorrà entrare o uscire dal Paese non potrà utilizzare l’equivalente russo della carta d’identità, ma dovrà presentare il passaporto.</p>