ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: economia e future alleanze negli ultimi giorni di campagna elettorale

Con Syriza in vantaggio, questa domenica la Grecia vota per il rinnovo del Parlamento. Syriza, il partito di sinistra guidato da Tsipras è favorito

Lettura in corso:

Grecia: economia e future alleanze negli ultimi giorni di campagna elettorale

Dimensioni di testo Aa Aa

Con Syriza in vantaggio, questa domenica la Grecia vota per il rinnovo del Parlamento. Syriza, il partito di sinistra guidato da Tsipras è favorito nei sondaggi sul centrodestra del premier uscente Samaras. Ad Atene ultimo comizio per il leader di Syriza.

Eleni Rizopoulou, euronews:“Ci colleghiamo con Atene e con il nostro corrispondente Stamatis Giannisis. Si sta per chiudere la campagna elettorale. Su quali temi si stanno concentrando Nuova Democrazia e Syriza, i due principali avversari?”

Stamatis Giannis, euronews:“Il grande scontro tra Nuova Democrazia e Syriza verte sull’economia. Negli ultimi giorni ci sono stati scambi di parole molto pesanti. Nuova Democrazia accusa Syriza di avere un programma segreto con l’obiettivo di portare la Grecia fuori dalla zona euro. Syriza, dal canto suo, ha definito queste chiacchiere infondate, un tentativo di Nuova Democrazia per conquistare voti pur sapendo di aver giá perso le elezioni. Questo clima sembra, tuttavia, aver creato una maggiore incertezza economica, parecchi greci stanno ritirando ingenti somme di denaro dai loro conti bancari. Lo faranno fino a quando non interverrá la la Banca Centrale della Grecia.”

Eleni Rizopoulou, euronews:“Che cosa accadrá se il vincitore non dovesse raggiungere la maggioranza assoluta? Per formare un governo avrà bisogno di cercare alleanze con partiti minori. L’ex premier Papandreou, quello che aveva siglato l’accordo di prestito nel 2010, ha lasciato il Partito Socialista, e si è presentato con un nuovo partito di centrosinistra, forse con l’obiettivo di avere un ruolo nella formazione di un governo di coalizione sia con Nuova Democrazia, sia con Syriza.”

Stamatis Giannis, euronews:“Per come stanno le cose ora, ad eccezione dell’estrema destra di Alba Dorata o del Partito Comunista di Grecia, tutte le altre formazioni possono essere potenziali alleati sia di Syriza sia di Nuova Democrazia. E tra questi partiti c‘è anche quello di Papandreou. Secondo tutti i sondaggi più recenti, però, il partito dell’ex Premier non raggiungerebbe la soglia del 3% necessaria per entrare in Parlamento. Quello che sta cercando di fare e che ha fatto finora, è quello di rivolgersi agli elettori del partito socialista del Pasok, partito che regge ma che ha perso molti consensi, anche a causa del nuovo partito di Papandreou.”