ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni Grecia: i residenti all'estero costretti a rientrare per votare

I greci all’estero non potranno votare questa domenica, a meno che non rientrino nel Paese di origine. Nel mondo sono sette milioni, mentre la

Lettura in corso:

Elezioni Grecia: i residenti all'estero costretti a rientrare per votare

Dimensioni di testo Aa Aa

I greci all’estero non potranno votare questa domenica, a meno che non rientrino nel Paese di origine. Nel mondo sono sette milioni, mentre la popolazione greca è di circa 11 milioni.
Nikos Korogiannakis fa parte dei ventimila greci residenti a Bruxelles. “Ciò che sta accadendo in Grecia ha un impatto sulla nostra vita. Molti di noi hanno parenti che vivono lì e inoltre paghiamo le tasse in Grecia se lì possediamo delle proprietà”.

Nick Rousnidis ha 29 anni e dopo aver studiato economia e relazioni internazionali ha lasciato la Grecia nel 2011, nel pieno della crisi. “Negli ultimi anni ho vissuto al di fuori della Grecia, ma questo non significa che io non sia preoccupato per la mia famiglia, per i miei amici e per il futuro del mio Paese. Spero che il prossimo governo migliori la situazione della Grecia in modo tale che un giorno si possa fare ritorno”.

I greci all’estero hanno creato un sito internet per la raccolta di firme a favore del loro diritto di voto. Per queste elezioni alcuni membri di Syriza hanno raccolto circa dodicimila euro per permettere soprattutto a studenti e lavoratori dal reddito basso di recarsi in Grecia a votare. Tra questi Stefanos Ioannou. “Siamo cresciuti qui, abbiamo studiato qui e ognuno di noi vuole contribuire qui con la propria conoscenza ed esperienza. Emigrare non è una scelta di stile di vita, non viviamo soltanto per avere 500 euro in più sul conto bancario e per comprare una macchina migliore. Siamo andati via perché era il modo migliore per dedicarci con dignità a ciò che ci interessa”.