ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Charlie Hebdo: la dinamica dell'attentato

Ore 11.20 circa: due uomini con il volto coperto, armati di Kalashnikov e giubbetti anti-proiettile fanno irruzione nei locali di Charlie Hebdo

Lettura in corso:

Charlie Hebdo: la dinamica dell'attentato

Dimensioni di testo Aa Aa

Ore 11.20 circa: due uomini con il volto coperto, armati di Kalashnikov e giubbetti anti-proiettile fanno irruzione nei locali di Charlie Hebdo, nell’11° arrondisement, in pieno centro di Parigi, dopo aver ucciso un dei due guardiani all’entrata dell’edificio. Dieci tra giornalisti e disegnatori del giornale sono freddati durante la riunione di redazione.

I criminali agiscono senza esitazione. Uccidono con un colpo a brucia pelo un agente di polizia durante la fuga, lungo il Boulevard Richard Lenoir. La dodicesima vittima. Poi, nel 19° arrodisement, abbandonano la Citroën C3 nera usata per l’attacco e rubano una Twingo prima di dileguarsi verso la Porte de Pantin, nel Nord-Est della capitale.

Le persone ferite nell’attentato sono 11; 4 sono rimaste in prognosi riservata per tutta la giornata. Ora sarebbero fuori pericolo.