ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"L'assassina" di Atene

Lettura in corso:

"L'assassina" di Atene

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Opera Nazionale Greca ha presentato la sua ultima produzione intitolata “L’assassina”, ispirata all’omonimo romanzo che il greco Alexandros Papadiamantis pubblico’ nel 1903.

Il compositore Giorgos Koumendakis è invece l’autore delle musiche.

Myron Michailidis, direttore artistico del’Opera Nazionale Greca: “Fino ad oggi le trame delle opere erano legate all’antica Grecia. Siamo lieti che questa partitura di Giorgos Koumendakis aggiunga qualcosa in più nel mix fra la creazione sinfonica occidentale contemporanea e gli elementi della musica greca della tradizione popolare”.

L’opera racconta dell’anziana Hadoula che abita nell’isola di Skiathos ed ha pena delle famiglie molto povere con tante figlie che diventano un peso economico. Dopo aver ucciso una nipote appena nata Hadoula sopprime altre neonate in quella che vuole considerare una “dolce morte”. La musica di Koumendakis innerva tutta la vicenda.

Giorgos Koumendakis, compositore:
“Ho lavorato a quest’opera negli ultimi 3 anni cercando senza successo di dare un volto all’ anziana protagonista, l’assassina. Poi ho trovato una soluzione musicale, abbiamo fatto le prove e il grande risultato è stato che questo mostro di donna mi è piaciuto”.

Alla fine della storia l’assassina si rende conto della mostruosità che ha commesso e viene divorata dai rimorsi. Fugge ma alla fine annegherà in mare.

La soprano Irini Tsirakidou interpreta la protagonista.

Irini Tsirakidou, soprano: “Il suo atteggiamento è veramente portato alle estreme conseguenze e non riuscendo a reggere l’impatto psicologico delle reazioni che ha scatenato si ritrova incapace di affrontare la situazione che si determina attorno a lei. Non riesce a reggere la situazione”.

Vassilis Christopoulos, ex direttore artistico del’Orchestra di Stato di Atene è la mente della produzione. Quest’opera puo’ conquistarsi un posto nel repertorio operistico mondiale?

Vassilis Christopoulos, direttore d’orchestra:
“Tutte le grandi opere di repertorio hanno affondano le loro radici nel tessuto storico sociale del loro paese e nascono da elementi precisi. In questo senso credo che l’opera di Koumendakis risponda a tutte le prerogative delle opere di signifciato e che rientrano nel repertorio mondiale”.

Assassina è in cartellone dal 19 al 26 di novembre ad Atene.