ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

The Corner: il Real inciampa, il Chelsea vola e... Balotelli è tutto da ridere

Lettura in corso:

The Corner: il Real inciampa, il Chelsea vola e... Balotelli è tutto da ridere

Dimensioni di testo Aa Aa

Il nostro viaggio settimanale nel mondo del calcio comincia questa settimana dalla Spagna, dove il Real Madrid ha incassato un risultato a sorpresa. I giganti del calcio europeo hanno infatti subito una sconfitta shock nella seconda giornata della Liga. In vantaggio per 2-0 dopo undici minuti, si sono fatti rimontare e hanno finito per perdere 4-2 contro i padroni di casa del Real Sociedad.

“Qualcosa deve cambiare e qualcosa cambierà”. Carlo Ancelotti promette una pronta reazione al rovescio subito contro il Real Sociedad


Mani nei capelli e tanto stupore. Carlo Ancelotti non crede ai suoi occhi. La doccia fredda a San Sebastian induce tutta la squadra a un’impietosa autocritica. “Siamo stati brutti su tutta la linea – la sintesi del portiere Iker Casillas -. Non possiamo farci scappare così un incontro”.


Nell’incredibile “remontada” del Real Sociedad dal 2-0 messo a segno dai blancos nei primi undici minuti ci sarebbe però secondo Ancelotti anche lo zampino del nuovo arrivato James Rodriguez: “Ha bisogno di più tempo per adattarsi”, il commento del Mister.

Un’altra grande squadra che in questo inizio di stagione sta deludendo è l’Ajax. Dopo la sconfitta della scorsa settimana contro il PSV Eindhoven, i campioni in carica dell’Eredivisie hanno perso anche contro il Groningen, scivolando al settimo posto in classifica.

Un’ampia sintesi della partita nel video proposto dall’Ajax.


Appena alla quarta giornata, ma già lontani dal treno di vetta. Mentre il PSV non sbaglia un colpo e mantiene saldo il comando a punteggio pieno, l’Ajax torna a inciampare e catapulta gli avversari del Groeningen a un inaspettato secondo posto in classifica.

Versione sbiadita dei campioni dello scorso anno, l’undici di Franck De Boer stenta a macinare gioco e nel primo tempo non va oltre un’occasione sprecata sui piedi del norvegese Sigthorsson. Crescono invece i padroni di casa, che alla fine escono tra gli applausi per un meritato 2-0 che li colloca comodamente nelle zone alte dell’Eredivisie.

Ci spostiamo ora in Inghilterra, dove a firmare uno dei più sorprendenti risultati è stato il Chelsea di José Mourinho, che contro l’Everton ha messo a segno ben sei reti e mantenuto il primo posto in classifica. Uomo match Diego Costa, autore di due gol.

La soddisfazione del club in 160 caratteri. “Ne abbiamo presi tre – recita il tweet – ma César Azpilicueta è stato comunque contento della vittoria”.


Due sigilli in apertura e chiusura, per imprimere il suo marchio alla goleada. Diego Costa sigla l’ufficialità del tennistico 6-3 finale a tempo scaduto, ma apre soprattutto le danze a 36 secondi appena dal fischio d’inizio. Neanche il tempo di realizzare e al terzo minuto Ivanovic mette a segno l’uno due del KO. L’Everton è già al tappeto, ma la sagra del gol è appena iniziata. Per il Chelsea tre punti che valgono il mantenimento del passo con lo Swansea, ma che sfatano anche una maledizione: quella di un campo dove avevano perso quattro degli ultimi cinque incontri.

Dopo i pronostici che vi abbiamo regalato durante la Coppa del Mondo, speriamo ora di indovinarci di più, misurandoci con le amichevoli di alcune squadre europee. Non esitate a mandarci i vostri pronostici sui social network, usando l’hashtag #The CornerScore.

Non andrà oltre un 1-1, secondo la nostra redazione, la rivincita della finale di Coppa del Mondo fra Germania e Argentina. Ci attendiamo un pareggio, ma a reti bianche, anche da Italia-Olanda, mentre per la Spagna prevediamo una vittoria di misura sulla Francia.

Anche il calcio ucraino paga il prezzo della crisi che sta vivendo il Paese. A Donetsk il campo di allenamenti utilizzato dallo Shaktar è finito sotto il fuoco degli scontri. Cinque giorni prima a fare le spese del conflitto era stato anche lo stadio della squadra, la Donbass Arena.

Piove sul bagnato della crisi ucraina. Rovesci di violenza che si abbattono sullo Shaktar Donetsk e, insieme alla speranza di tornare a giocare in casa, allontanando anche quella che il calcio possa vestire nell’Est dell’Ucraina i panni di ambasciatore di pace.

Lontano dalla squadra, ormai da mesi esule a Kiev, il suo centro di allenamento è finito sotto le bombe. Completamente distrutti, secondo un comunicato della società, gli spazi che ospitavano gli alloggi dei calciatori e le palestre. Minori, invece, i danni provocati pochi giorni prima alla Donbass Arena.

Lo stadio com'era prima dei bombardamenti. La scintillante presentazione sul sito ufficiale.

Concludiamo infine con il nostro appuntamento con i più divertenti video trovati in rete. Protagonista è questa settimana il nuovo arrivo del Liverpool Mario Balotelli. Lasciatevi sorprendere dalle immagini e non dimenticate che potete anche voi segnalarci dei video, usando l’hashtag #TheCornerBloopers.