ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tutti meritano una seconda chance

Lettura in corso:

Tutti meritano una seconda chance

Dimensioni di testo Aa Aa

Brasile: la cultura dell’inclusione

Vigario Geral è famoso per esser uno dei quartieri piú pericolosi di Rio de Janeiro. Controllato dalla criminalità si trova alla periferia della città. Malgrado la pessima fama, qui da vent’anni è attivo il centro culturale “Afroreggae”. Attraverso la cultura, i mediatori sono impegnati nell’inclusione sociale. La sede organizza lezioni di ballo o di musica. Un’opportunità concreta per dei giovani provenienti da famiglie in difficoltà e dove il successo di uno puó diventare una fonte di ispirazione per gli altri.

Grecia: ill ritorno ai banchi

In Grecia, dove la disoccupazione è alle stelle, anche i laureati hanno difficoltà a trovare lavoro. La situazione peggiora per coloro che hanno abbandonato la scuola e che non hanno nessun tipo di qualifica. A Corfù molti giovani non finiscono nemmeno la scuola dell’obbligo. Un fenomeno che la nascita della scuola per la seconda opportunità cerca di attenuare. Insieme ad altre scuole europee per adulti, l’istituto di Corfú partecipa a un programma di partnership della Commissione Europea denominato Grundtvig II, pensato per l’educazione degli adulti.

Giordania: una scuola senza briglie

A Russeifah, a 25km da Amman, capitale della Giordania ottiene grande successo la scuola di educazione non formale. Recupera ragazzi che hanno abbandonato la scuola da giovanissimi, tra i 13 e i 18 anni. Un professore e un collaboratore di sostegno insegnano elementi base, integrando anche insegnamenti specifici per ogni bambino. Durante i corsi gli alunni vengono sollecitati alla partecipazione e al dialogo. Dal 2003, più di 7.000 giovani hanno partecipato al programma di educazione non formale. Circa il 98% di coloro che affrontano l’esame finale sono promossi e possono accedere alla scuola statale.

Learning World Facebook
Learning World Twitter