ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sogni di spose d'oriente

Lettura in corso:

Sogni di spose d'oriente

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono dedicate alla camera degli sposi le sfilate che a Lahore, Pakistan, hanno fatto germogliare creazioni che si frappongono tra il linguaggio globale della moda e le magiche suggestioni della tradizione e dal gusto orientali.

Ali Zeeshan, designer:
“La collezione mi è stata ispirata dalle mie stesse radici culturali pakistane, ho ripreso cose del
Rajasthan, Cholistan, le aree del deserto, ho colto i loro colori, le loro decorazioni, i loro ricami sviluppando una cultura di manufatti e una gioielleria che rinasce con questi capi”.

Molti degli stilisti pakistani che hanno presentato la loro collezione nel corso dell’evento si sono esercitati nell’arte delle mescolanze fra oriente e occidente.
I riferimenti di Meena Sultan sono andati anche all’impero Mughlai che si espanse verso il subcontinente indiano alla metà del XVI secolo.

Meena Sultan, designer: “E’ una collezione che evoca le eleganze del subcontinente indiano i Mughlai e la loro eredità in termini artistici che si riannoda a una nuova tradizione”

Nadia Hussain è un’attrice della televisione pakistana ma anche imprenditore e stilista. E’ considerata top model in Pakistan.

Nadia Husain, modella: “ E’ sempre difficile indossare l’abito da sposa perchè si tratta di indumenti molto pesanti, ci sono sempre molti gioielli da mettersi adosso e i capelli sono sempre coinvolti, quindi una sfilata sulla sposa è piuttosto complicata, ci sono molti punti carichi ma alla fine il riscontro è sempre positivo”.

Quest’anno la settimana della moda della sposa è giunta alla settima edizione. Proprio uno degli appunti maggiori in Pakistan.