ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Europa, la sfida della crescita

Lettura in corso:

Europa, la sfida della crescita

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli obiettivi che l’Unione Europea è chiamata a raggiungere entro il 2020 sono molto ambiziosi, tra questi c‘è l’innalzamento al 75% del tasso di occupazione, l’aumento degli investimenti in ricerca e sviluppo al 3% del Pil (Prodotto interno lordo) comunitario e 20 milioni di persone in meno in situazione di povertà. Gli scenari sono, tuttavia, cambiati: la crisi impone azioni immediate viste le stime dell’Unione Europea con un calo dello 0,1% del Pil previsto nel 2013. Economia depressa in Grecia e Spagna, anche i Paesi più stabili come la Francia e la Germania stanno accusando il colpo. Livelli record per la disoccupazione nell’Unione Europea, in particolare nella zona euro.

Di questi temi, nella prima puntata di “Real Economy”, Maithreyi Seetharaman ne discute con Olli Rehn, Commissario europeo per gli Affari economici e monetari. ‘‘Una delle principali difficoltà è la scarsa opportunità di accesso al credito per le piccole e medie imprese,’‘ dice Olli Rehn che pone l’attenzione sulla priorità di intervenire su questo aspetto per invertire la rotta.

Il reportage di Sebastien Le Belzic in Svezia indaga, poi, l’esemplare modello scandinavo, dopo le rivolte urbane del mese scorso. A Kista, sobborgo di Stoccolma, per conoscere i fiori all’occhiello dell’economia svedese, le aziende che si contendono i talenti e che puntano su innovazione e ricerca. E, poi, in Portogallo dove un piccolo progetto sta letteralmente “mettendo le ali” allo sviluppo del Paese grazie all’unione di forze tra università e imprenditoria. Un matrimonio felice, testimonianza che le risorse per crescere ci sono.