ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Diventare imprenditori. Anche se si appartiene a una categoria svantaggiata

Lettura in corso:

Diventare imprenditori. Anche se si appartiene a una categoria svantaggiata

Dimensioni di testo Aa Aa

Serge Rombi: “Business Planet questa settimana è a Bristol. I disoccupati di lunga durata, i giovani, le persone anziane, i portatori di handicap, le donne o gli appartenenti alle comunità etniche. Tutte queste persone sono poco rappresentate tra gli imprenditori europei. Qui in Inghilterra, da qualche anno, esiste un programma che permette a queste categorie di concretizzare le loro idee. E vedrete: i risultati sono eccellenti. Abbiamo incontrato Michael che da due anni si è specializzato nell’affitto di camere per studenti. La sua impresa funziona decisamente bene. E ha già creato sei posti di lavoro”.

Michael, disoccupato da due anni, si è rivolto ad Outset. Attraverso questo programma, che ha appena ricevuto il ‘Gran Premio della Giuria 2012’ del Premio europeo per la promozione d’impresa (voluto dalla Commissione europea), ha seguito una formazione di due mesi destinata ai disoccupati che vogliono avviare un’attività in proprio.

“All’inizio – racconta Michael Bennet – vendevamo posti letto per sole settanta sterline. Ora li vendiamo a circa 175. E questo perché ho imparato a pubblicizzare un po’ meglio il prodotto, ho migliorato il servizio. Molte di queste conoscenze le ho apprese tramite Outset”.

Nel 2012, il suo giro d’affari ha superato i trecentomila euro. Michael oggi accoglie una cinquantina di studenti di svariate nazionalità. Ma spera di andare ben oltre: “Vorremmo creare una scuola, una struttura in cui i nostri ospiti possano imparare l’inglese. E vorremmo creare contatti con aziende locali, in modo che agli studenti si possa offrire anche un’esperienza lavorativa.”

Dopo Michael incontriamo Bev Hurley, ideatrice di Outset e George Ferguson, sindaco di Bristol. Il primo cittadino ci ha fornito dati e cifre: “Dal programma sono nate circa 170 imprese, più di 200 posti di lavoro e l’economia di Bristol è cresciuta di oltre un milione di sterline”.

In tutto il Regno Unito, grazie a questo programma particolarmente innovativo, sono stati creati cira 1500 posti di lavoro. L’obiettivo è ridare fiducia alle persone, formare gli imprenditori, stabilire un business plan e, ovviamente, essere certi della fattibilità del progetto. Solo così i futuri imprenditori otterranno i fondi necessari alla start up.

“Una volta che dal piano sono stati tolti i rischi – ci spiega Bev Hurley – possiamo presentarlo agli istituti di credito e così diventa molto più semplice ottenere i finanziamenti. Abbiamo ricevuto circa un milione di sterline per i clienti di Outset. Anche se alcuni di loro avevano alle spalle fallimenti o erano stati esclusi dalla finanza tradizionale”.

“Per me – conclude Michael Bennet – le chiavi del successo sono: avere un’idea, qualcosa che davvero ti appassioni, credere in se stessi ed essere certi di poter trasformare le idee in fatti e duro lavoro, essere determinati nell’inseguire il successo”.