ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Bugarach con la fine del mondo si fanno affari

Lettura in corso:

A Bugarach con la fine del mondo si fanno affari

Dimensioni di testo Aa Aa

Che siano i nostri guai ad alimentare le paure lo dimostra Bugarach. Il villaggio francese che offrirebbe la salvezza dalla fine del mondo ha fatto affari grazie all’affluenza massiccia di curiosi e chi è davvero convinto dell’Apocalisse.

A parte il divieto d’accesso alla montagna dal presunto potere apotropaico, le strade che portano al paese non sono state bloccate. Mobilitati un centinaio di gendarmi, tanti i giornalisti.

Al bar si parla degli effetti positivi sull’economia locale. “Penso che per Bugarach sia una pubblicità molto buona, visto che siamo in difficoltà”, dice un signore. “Nella regione abbiamo tanti problemi, per quanto riguarda il commercio, le imprese, tutto insomma. Penso che sarà una boccata d’ossigeno”.

“Da stamattina c‘è stata un’affluenza supplementare della clientela, dei locali e degli illuminati. E’ un grande inganno, ma è un bene per gli affari”, afferma la proprietaria.

“Mah, se è qualcosa che attira la gente perché no?”, dice il proprietario di un negozio di pompe funebri. “Prendiamo tutto, non sputiamo nel piatto, se ci permette di essere come Lourdes o Roma, allora accettiamo”

E se proprio il mondo deve finire, tanto vale riempirsi lo stomaco.

“Oggi ho venduto più dolci da forno, già da stamattina molto presto. Sono contenta perché incasso un po’ di più oggi”, dice una panettiera.

euronews:
“Le piacerebbe se si organizzassero altre Apocalissi, per poter vendere di più?”

“No, ora basta, che finisca presto…”

Dal vino alle cartoline, la paranoia o la burla sono state sfruttate a fondo.

Ali Sheikholeslami, euronews:
“Come potete vedere, il monte Bugarach dietro di me è ancora lì, non vedo alieni qui attorno. Forse è davvero la fine dello scherzo e forse ci vedremo domani”.