ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La presidenza Obama vista dalla corrispondente ABC Karen Travers

Lettura in corso:

La presidenza Obama vista dalla corrispondente ABC Karen Travers

Dimensioni di testo Aa Aa

Euronews

Proviamo ad analizzare alcune delle parole chiave utilizzate da Barack Obama quattro anni fa nel discorso immediatamente successivo alla sua vittoria. E’ con noi Karen Travers corrispondente di ABCNews al seguito di Obama in quella campagna elettorale.

Euronews
Karen quella sera Obama disse “alla luce di quello che abbiamo fatto in campagna elettorale e in quest’elezione per l’America è arrivato il momento del cambiamento”. La capacità retorica è indubbia ma quali sono i cambiamenti realizzati dalla sua presidenza?

Travers

“Il presidente disse che il suo arrivo avrebbe portato una nuova era di trasparenza e molti dei suoi critici diranno che questo non è avvenuto. La Casa Bianca disse anche alcune delle politiche messe a punto, politiche formulate nel corso della campagna elettorale, facevano parte di questo messaggio di cambiamento. Obama quando si presenta in pubblico nel corso dei suo speech ricorda spesso quello che ha fatto ad esempio per i diritti dei gay, cose che costituiscono un cambiamento rispetto alla presidenza precedente. Certo la legge sanitaria è un’altra delle grandi realizzazioni a cui il presidente fa spesso riferimento”

Euronews
Obama poi si è poi rivolto agli americani dicendo loro che li avrebbe ascoltati. In che misura è stato un presidente capace di ascoltare? Ha ascoltato il Congresso, il Partito e cosa cruciale i suoi oppositori politici?

Travers

“Gli oppositori politici e anche gli elettori e questa è una cosa che il presidente Obama ha detto e a cui forse non ha dato seguito come avrebbe dovuto. Al presidente spesso viene chiesto quale sia il suo piu’ grande rimorso e lui risponde che il problema è stata un’incapacità di comunicare. Di chiarire quanto si stava facendo”.

Euronews

Diamo uno sguardo alla politica economica. A settembre Obama ha ricevuto un spinta dai dati positivi sulla disoccupazione. E’ un segno che le misure che ha preso cominciano a produrre effetti?

Travers

“In parte è cosi’ ma gli esperti pensano che l’economia sia migliorata anche per cause naturali in questi ultimi due anni e che le imprese siano piu’ disposte a fare investimenti e ad assumere personale mentre prima erano piu’ caute, piu’ prudenti proprio a causa del trend economico generale.
Ora il presidente dirà: “guardate abbiamo un tasso di disoccupazione piu’ basso di quattro anni fa ma ancora non è sufficiente e la causa di cio’ è che il mio piano per il lavoro non è ancora stato adottato”. Dice di aver preparato un’agenda ma di non essere riuscito ad avere il via libera del Congresso”.

Euronews

Quattro anni fa un giovane e inesperto afroamericano si presentava agli americani per diventare il loro 44° presidente. Era un simbolo di speranza. Ha funzionato questo simbolo?

Travers

“La risposta la avremo la notte delle elezioni, gli elettori devono decidere se ha funzionato oppure no. E’ una delle sfide piu’ impegnative di questa campagna elettorale. Il suo discorso alla convention di Charlotte un paio di settimane fa era tutta proiettata ottimisticamente sul futuro. Era costretto a focalizzarsi sul futuro perchè francamente la gente è rimasta davvero delusa dai quattro anni passati. Ha avuto la sensazione che il presidente che si era presentato carico di speranze alla fine abbia dovuto fare i conti con una situazione piu’ difficile del previsto”