ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Copenaghen: al via la conferenza sul clima

Lettura in corso:

Copenaghen: al via la conferenza sul clima

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli occhi del mondo sono puntati su Copenaghen. Oggi ufficialmente al via la conferenza sul clima. Circa quindicimila i delegati da 192 paesi e 105 i capi di stato che hanno dato la propria adesione. Ambizioso obiettivo: conciliare le posizioni di occidente industrializzato ed economie emergenti, su un documento politico vincolante, che sostituisca il protocollo di Kyoto con più incisive riduzioni delle emissioni inquinanti.

Ottimista il segretario esecutivo della convenzione Onu sui cambiamenti climatici Yvo de Boer: “Basta guardare in quanti si sono impegnati a venire – dice -, al sostegno finanziario che molti ci hanno promesso. Oppure ancora agli sforzi delle economie emergenti. No, non credo proprio che si risolverà in un fallimento”.

Massicce le misure di sicurezza adottate nella capitale danese. Tra i più attesi il presidente Obama, che ha confermato la sua presenza alla sessione finale del vertice. Storica anche l’adesione del capo di stato cinese Ju Jintao.

Ad alimentare l’ottimismo è inoltre il sostegno a “uno sviluppo solidale”, espresso alla vigilia da Papa Benedetto XVI. Parole che si aggiungono a quelle del segretario dell’Onu Ban Ki Moon e all’impegno annunciato anche da paesi come Sud Africa, India e Brasile.

Insieme, dicono dall’Onu, tutto è possibile. Soprattutto nell’interesse delle future generazioni, rappresentate da una simbolica istallazione, costruita nelle acque del lago della città.