This content is not available in your region

Tanti consensi ma anche qualche critica per la neo Presidente Roberta Metsola

Access to the comments Commenti
Di euronews
Tanti consensi ma anche qualche critica per la neo Presidente Roberta Metsola
Diritti d'autore  Jean-Francois Badias/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved   -  

Appalusi tanti, unanimi ma anche qualche critica. L'emiciclo ha accolto così l'elezione dell'eurodeputata maltese di centrodestra Roberta Metsola a Presidente del Parlamento europeo. 43enne, membro del Partito Popolare, la Metsola subentra a David Sassoli. Tra le priorità della sua agenda rivolgersi ai giovani per avvicinarli alle istituzioni europee.

La Metsola è stata eletta con una gtrande maggioranza: i voti a favore sono stati 690, schede bianche e nulle 74, voti espressi 616. La maggioranza era di 309 voti. Metsola ha raccolto 458 voti, la svedese dei Verdi Alice Kuhnke 101, la spagnola della Sinistra Sira Rego 57.

Conservatrice ma aperta anche al sociale la neo Presidente Metsola ha dichiarato "che il modello politico sviluppato finora ha dato all’Europa democrazia, prosperità e uguaglianza. Se vogliamo ora consegnare alle generazioni future un'Europa a livelli ancora più alti dobbiamo lavorare per creare qualcosa di più forte, qualcosa che sia in sintonia con i nostri tempi e che possa motivare i giovani specie quelli scettici a credere nell'Europa stessa”

Grandi apprezzamenti per Roberta Metsola ma anche qualche delusione per il processo di selezione. Philippe Lamberts, copresidente del gruppo Verdi: “Abbiamo di nuovo una Presidente donna al Parlamento europeo. In 40 anni è sola la terza. Non si può dire che l'equilibrio di genere non sia stato rispettato, quindi da questo punto di vista è positivo. Ma ancora una volta, il Parlamento europeo potrebbe adottare procedure migliori per decidere chi candidare come presidente".

“Non si può dire che l'equilibrio di genere non sia stato rispettato. Il Parlamento europeo poteva tuttavia adottare procedure migliori per decidere chi candidare come presidente".
Philippe Lamberts
copresidente del gruppo Verdi al Parlamento europeo

I dubbi sulle sue posizioni conservatrici

La Metsola viene criticata soprattutto per la sua posizione sull'aborto, come sottolineato da Manon Aubry, eurodeputata francese del gruppo di sinistra: “Sono state elezioni senza grandi sorprese. In realtà si sapeva già chi sarebbe stato il nuovo presidente perché c'era un accordo dietro le quinte tra i più grandi gruppi politici. Comunque non vedo l'ora di lavorare e collaborare con la Metsola. La speranza è che sia in grado di unificare il più possibile il nostro Parlamento europeo".

La neo Presidente che è contro l’aborto ma allo stesso tempo è dalla parte dei diritti del popolo LGBT ha sottolineato che farà di tutto per portare avanti il lavoro di Sassoli e per fare in modo che le persone recuperino un senso di fede ed entusiasmo nei confronti del progetto europeo. Tra i punti chiave del suo lavoro la questione immigrazione che l’ha sempre vista in prima linea nei lavori al Parlamento e poi il clima e la transizione ecologica.

Roberta Metsola è stata consulente legale dell’Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza Catherine Ashton.