This content is not available in your region

A Bologna maxi corteo per il clima entra in tangenziale

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Frutta marcia contro distributori Eni, proteste contro Governo
Frutta marcia contro distributori Eni, proteste contro Governo

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">BOLOGNA</span>, 22 <span class="caps">OTT</span> – È entrato in tangenziale – chiusa<br /> per l’occasione – all’altezza di Parco Nord a Bologna il maxi<br /> corteo di ‘Convergere per Insorgere’ organizzato da Fridays For<br /> Future Bologna, gli ex operai della Gkn, Rete Sovranità<br /> alimentare Bologna e dall’Assemblea No Passante e diverse altre<br /> realtà del territorio insieme ai sindacati di base. Una<br /> “convergenza di lotte” contro il capitalismo e per la giustizia<br /> climatica che ha portato in piazza tante e diverse<br /> rivendicazioni. In primis la protesta contro il Passante di<br /> Mezzo a Bologna “un’opera che peggiorerà il cambiamento<br /> climatico”, e di cui i manifestanti hanno promesso di “bloccare<br /> i cantieri”, pronti a partire a fine dell’anno come recentemente<br /> annunciato dal sindaco Matteo Lepore. Ma anche contro la crisi energetica e il caro bollette con<br /> frutta marcia lanciata contro le pompe di benzina dell’Eni lungo<br /> il tragitto. Proteste anche contro il governo di Giorgia Meloni<br /> appena insediatosi definito ‘fascista’ anche dal noto attivista<br /> ed economista brasiliano Joao Pedro Stedile, fondatore del<br /> Movimento dos Trabalhadores Rurais Sem Terra e venuto in Italia<br /> apposta per sostenere i manifestanti. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.