This content is not available in your region

Schianto del volo AF447 Rio de Janeiro - Parigi: via al processo contro Air France e Airbus

Access to the comments Commenti
Di euronews
Le operazioni di recupero di parti del volivolo (9 giugno 2009)
Le operazioni di recupero di parti del volivolo (9 giugno 2009)   -   Diritti d'autore  HO/AFP   -  

Si è aperto a Parigi il processo contro Air France e il produttore di velivoli Airbus per la strage del primo giugno 2009 quando il volo AF447 da Rio de Janeiro a Parigi si è inabissato nell'atlantico non lasciando alcuna speranza alle 228 persone a bordo. Parti del velivolo, un A330, furono immediatamente trovate ma ci vollero due anni per recuperare fusoliera e per decifrare la scatola nera. Oggi l'accusa procede per omicidio colposo. "Tredici anni dopo, arriva un processo, un processo che, per me, non ha molto interesse personale, poiché non mi riporterà mia figlia. Ma credo sia importante, ancora una volta, che la gente ricordi quell'incidente, raccontarlo con parole d'oggi e soprattutto definire delle responsabilità, perché ci sono delle responsabilità da attribuire", dice Corinne, la mamma di Caroline, una delle vittime.

Al centro dell'indagine, per l'accusa, un insufficiente addestramento del pilota, che entrava in una zona di forti turbolenze, e una sonda di monitoraggio della velocità difettosa: dopo lo schianto, sarebbe stata sostituita su tutti i velivoli che ne erano dotati, in tutto il mondo. Sia Air France che Airbus hanno negato gli addebiti; sul volo viaggiavano anche 10 italiani.   

Tra ricorsi e controricorsi, 13 anni per arrivare al processo

Il 29 agosto 2019, l'ordinanza dei gip, Nicolas Aubertin e Fabienne Bertin, indicano che non avrebbero mosso accuse contro le società indagate: per loro l'incidente è dovuto ad un errore del pilota. I legali dei familiari delle vittime fanno ricorso e la corte d'Appello, nel 2021 dispone il deferimento di Air France e Airbus al tribunale penale. Inutile il ricorso di Airbus in cassazione: il tribunale di terzo grado lo respinge e così questo ottobre si apre il processo la cui fase dibattimentale dovrebbe durare tre settimane.