Giudici,per rapper Baby Gang non serve sorveglianza speciale

Access to the comments Commenti
Di ANSA
A Milano bocciata richiesta misura. 20enne scarcerato a febbraio
A Milano bocciata richiesta misura. 20enne scarcerato a febbraio

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">MILANO</span>, 21 <span class="caps">MAR</span> – La Sezione misure di prevenzione<br /> del Tribunale di Milano ha respinto la richiesta della Questura<br /> di Sondrio di applicare una misura di “sorveglianza speciale”<br /> per due anni a carico di Baby Gang, nome d’arte del rapper<br /> ventenne Zaccaria Mouhib, già finito al centro di diversi fatti<br /> di cronaca e che a fine gennaio era stato arrestato in<br /> un’inchiesta su una serie di rapine, ma poi scarcerato una<br /> ventina di giorni dopo per “profili di lacunosità e debolezza”<br /> delle indagini. Pochi giorni prima dell’arresto, poi revocato dal Riesame,<br /> era iniziato davanti al collegio presieduto da Fabio Roia il<br /> procedimento per il rapper, difeso dall’avvocato Niccolò<br /> Vecchioni e per il quale la Questura di Sondrio aveva depositato<br /> oltre 300 pagine di atti in cui venivano riportate tutte le<br /> accuse a suo carico. Era stata chiesta la sorveglianza speciale<br /> perché il giovane era ritenuto “pericoloso socialmente” e<br /> persona “dedita alla commissione di reati che offendono o<br /> mettono in pericolo la sicurezza e la tranquillità pubblica”. E,<br /> dato che sui social è seguito da moltissimi follower, avrebbe<br /> “utilizzato – si leggeva nella richiesta – la sua influenza per<br /> promuovere in zone aperte al pubblico delle riunioni non<br /> autorizzate che sono sfociate in scontri con le forze<br /> dell’ordine, creando in tal modo situazioni di serio pericolo”.<br /> E venivano elencati pure i fogli di via da lui ricevuti dalle<br /> città di Lecco, Milano, Cattolica, Misano Adriatico, Riccione,<br /> Rimini e Bellaria Igea Marina. Oggi alla difesa del rapper è stata comunicata la decisione<br /> dei giudici (motivazioni nei prossimi giorni) che hanno respinto<br /> l’istanza per la misura che di solito si applica ai mafiosi, ma<br /> negli ultimi anni anche ad autori di violenze sulle donne e pure<br /> per la criminalità economica. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.