This content is not available in your region

Mafia: pugno a bimbo di 6 anni per punire pusher, 8 arresti

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Calcio a compagna incinta, in carcere affiliati clan Bari
Calcio a compagna incinta, in carcere affiliati clan Bari

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">BARI</span>, 18 <span class="caps">SET</span> – Avrebbero picchiato uno spacciatore,<br /> poi diventato collaboratore di giustizia, per punirlo perché<br /> aveva venduto droga nel territorio del clan e, durante il<br /> pestaggio, avrebbero colpito con un violento pugno al volto un<br /> bambino di sei anni, figlio della compagna all’ottavo mese di<br /> gravidanza del pusher, a sua volta aggredita con un calcio. Da<br /> questo episodio del 26 giugno 2019 è partita l’indagine<br /> congiunta di Polizia e Carabinieri di Bari che ha portato oggi<br /> all’arresto di otto pregiudicati del clan mafioso Strisciuglio;<br /> una nona persona, sfuggita alla cattura, è ricercata. In carcere sono finiti il 36enne Andrea De Giglio, il 22enne<br /> Tommaso Piscopo, il 36enne Giovanni Sgaramella, il 53nne<br /> Giuseppe Caizzi, il 39enne Massimo Lorenzani, il 35enne Giuseppe<br /> Franco, il 38enne Emanuele Sebastiano, il 23enne Saverio<br /> Carchedi. Agli indagati la Dda di Bari contesta i reati, tutti<br /> con aggravante mafiosa, di tentato sequestro di persona, lesioni<br /> personali aggravate, tentato omicidio aggravato, detenzione e<br /> porto illegali di armi da fuoco, ricettazione e induzione a non<br /> rendere dichiarazioni o a rendere dichiarazioni mendaci<br /> all’autorità giudiziaria. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.