ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scoprire la vera Siberia e diventarne ambasciatori nel mondo

Lettura in corso:

Scoprire la vera Siberia e diventarne ambasciatori nel mondo

Scoprire la vera Siberia e diventarne ambasciatori nel mondo
Dimensioni di testo Aa Aa

Scoprire la vera Siberia e diventarne ambasciatori nel mondo: questo l'obiettivo dei partecipanti al programma "Follow Up, Siberia", organizzato dalla compagnia russa Nornickel.

A fine maggio, sette viaggiatori di differenti Paesi sono stati a Noril'sk.

La Siberia ha accolto gli ospiti con la solita, gelida neve.

Milos Petrovic, blogger serbo, dice:

"Vengo dalla Serbia e questa è la Siberia, è pieno inverno, fa freddo, è tutto molto bello, è la prima volta che vedo tutto questo dal vivo".

I viaggiatori hanno avuto modo di visitare il museo del leggendario mammut Sopkarga, morto 48000 anni fa, e la straordinaria riserva naturale di Putorana, Patrimonio dell'UNESCO.

Raymond Walsh, dal Canada:

"Mi piace l'unicità dei posti qui, per me la Siberia è come una sorta di Santo Graal unico al mondo, il mio obiettivo è dissipare alcuni stereotipi sulla Siberia: fa freddo, è vasta, non c'è niente da fare, invece c'è tanto da fare qui e, ad esempio, ancora non mi rendo conto di quanto Noril'sk sia un posto così grande".

I viaggiatori hanno avuto la possibilità di vedere anche la storica miniera "Zapolyarny" a Bear Creek: profonda 420 metri, la lunghezza totale della strada è di 30 km, mentre la circolazione sotterranea si estende per 41 km.

Igor Uvarov, miniera "Zapolyarny":

"L'unicità di questo sito risiede nel fatto che l'azienda ha sviluppato riserve di minerali di rame-nichel dal 1945".

La prossima tappa è il Nornickel Copper Plant, costruito oltre il Circolo Polare Artico nel 1949.

Qui i nostri viaggiatori hanno conosciuto la storia della città, sostanzialmente cresciuta intorno alla metallurgia.

Anne, blogger finlandese:

"È una rara possibilità arrivare qui, sono eccitata, stiamo vedendo e comprendendo un sacco di cose, mi è piaciuto tutto".

Nella città di Dudinka, a 100 km da Noril'sk, i sette sono stati gli ospiti d'onore alla WCT Arctic Curling Cup.

Hanno visto i migliori atleti del settore gareggiare, dopo aver avuto una lezione sui rudimenti di questo sport.

Questo ragazzo è iscritto alla scuola di curling di Dudinka e mostra già grandi risultati nella competizione junior, organizzata durante la Coppa.

Veniamin Bezrukih:

"Il curling può essere paragonato agli scacchi. Ma l'ostinazione è la più importante".

L'indomani, i viaggiatori stranieri hanno calcato il ghiaccio dell'arena più settentrionale al mondo per gareggiare: due di loro sono riusciti a vincere la medaglia d'argento.

Vikram Kamboj, dall'India:

"Gioco per la prima volta a curling, in India non è una cosa molto comune, mi è piaciuto, è meraviglioso".

I nostri hanno quindi assistito ad una speciale cerimonia di iniziazione, basata sulle leggende e la storia delle persone che hanno abitato questa penisola per secoli.

Milos Petrovic, blogger serbo, dice:

"È molto bello, ho la sensazione di essere tornato indietro di alcuni secoli".

Questi viaggiatori parteciperanno in qualità di ambasciatori della Siberia alla 29esima edizione delle Universiadi invernali, che si svolgeranno l'anno prossimo a Krasnoyarsk, chiunque può avere la possibilità di prender parte al prossimo viaggio "Follow Up Siberia".

Mahmoud Maher, blogger egiziano, dice:

"La Siberia è molto bella, un posto stupendo".

George Khalaf, blogger libanese, dice:

"C'è molta energia, le persone sono molto amichevoli, mi piace molto questo posto".

Altro da mondo